RSS

Archivi tag: senso dell’amore

……………………. i vostri cuori

cuore

I vostri cuori

conoscono nel silenzio i segreti

dei giorni e delle notti.

Ma le vostre orecchie hanno sete

del suono della vostra conoscenza del cuore.

Voi vorreste conoscere con parole ciò che avete sempre saputo nel pensiero.
Voi vorreste toccare con le dita il nudo corpo

                          dei vostri sogni.

                   Ed è bene che voi lo facciate.

La sorgente nascosta della vostra anima

dovrà scaturire e scorrere

sussurrando verso il mare;

E il tesoro delle vostre infinite cognizioni

si rivelerà ai vostri occhi.

Ma non lasciate che ci siano bilance

per valutare quel vostro ignoto tesoro;

E non scandagliate le profondità della vostra conoscenza con l’asta o la sonda.

Perché il vostro Io è un mare sconfinato ed incommensurabile.

Non dite:

                       “Ho trovato la verità”,

ma piuttosto:

                      “Ho trovato una verità”.

Non dite:

                           “Ho trovato il sentiero dell’anima”.

Dite piuttosto:

          “Ho incontrato l’anima in cammino sul mio sentiero”.

Perché l’anima cammina in tutti i sentieri.

L’anima non cammina su una linea, né cresce come una canna.

L’anima dischiude se stessa, come un fiore di loto dagli innumerevoli petali.

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 3 agosto 2016 in Blog, GUIDA TE STESSO

 

Tag: , , , , , , , , , , , , , ,

Ma che senso ha ………….

c4cd17356fcc40c2bf59a5e24f3414e4.jpg

 

 

Un bambino tutti i giorni si recava in spiaggia e scriveva sulla spiaggia:

“ Mamma ti amo !”

poi guardava il mare cancellare la scritta e correva via sorridendo.

Un vecchio triste passeggiava tutti i giorni su quel litorale, e lo vedeva giorno dopo giorno scrivere la stessa frase, e guardare felice il mare portargliela via.

Fra sé e sé pensava:

“  Questi bambini, sono così stupidi ed effimeri. ”

 

Un giorno si decise ad avvicinare il bambino, non avrà avuto più di dieci anni, e gli chiese:

 

“Ma che senso ha che tu scriva

 

“Mamma ti amo!”  

sulla sabbia che poi il mare te la porta via. Diglielo tu che le vuoi bene.”

 

Il bambino si alzò, e guardando l’ennesima scritta cancellata dall’acqua salata disse al vecchio:

“Io non ce l’ho la mamma!

Me l’ha portata via Dio, come fa il mare con le mie scritte.

Eppure torno qui ogni giorni a ricordare alla mamma e a Dio che non si può cancellare

l’amore di un figlio per la propria madre.”

 

Il vecchio si inginocchiò, e con le lacrime agli occhi scrisse:

 

“Nora. Ti amo!”

 

era il nome della moglie appena morta.  

Poi prese il bimbo per mano e assieme guardarono la scritta sparire.

 
2 commenti

Pubblicato da su 12 Mag 2016 in Blog

 

Tag: , , , , , , , , , , ,

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: