RSS

Archivi tag: morale

…. da Cuore a Cuore …………….

17366343

Fissa la tua attenzione  sul

Conoscere  Te stesso 

sii cosciente in ogni momento di quello che

pensi,

senti,

desideri e

fai.

 

Finisci sempre quello che hai cominciato.

Fa’ quello che stai facendo il meglio possibile.

Non incatenarti a nulla che alla lunga ti possa distruggere.

Sviluppa la tua generosità senza testimoni.

Tratta ogni persona come se fosse un parente prossimo.

Riordina ciò che hai disordinato.

Impara a ricevere, ringrazia per ogni regalo.

Smettila di autodefinirti.

 

Non mentire e non rubare…….,

se lo fai menti e rubi a te stesso.

 

Aiuta il prossimo senza renderlo dipendente da te.

Non desiderare di essere imitato.

Stila dei progetti di lavoro e realizzali.

Non occupare troppo spazio.

Non fare rumore né gesti che non siano necessari.

Se non hai fede, fa’ come se ce l’avessi.

Non lasciarti impressionare dalle personalità forti.

Non impadronirti di niente e di nessuno.

Distribuisci in modo equanime.

Non sedurre.

Mangia e dormi il minimo indispensabile.

Non parlare dei tuoi problemi personali.

Non emettere giudizi né critiche quando conosci solo una minima parte dei fatti.

Non stringere amicizie inutili.

 Non seguire le mode.

 Non venderti.

Rispetta i contratti che hai sottoscritto.

Sii puntuale.

Non invidiare i beni o i successi del prossimo.

Parla il minimo indispensabile.

Non pensare ai benefici che ti procurerà la tua opera.

Non minacciare mai.

Mantieni le promesse.

 

In una discussione, mettiti nei panni dell’altro.

Accetta di venire superato da qualcuno.

Non eliminare, trasforma.

Vinci le tue paure, dietro ciascuna di loro si nasconde un desiderio.

Aiuta l’altro ad aiutarsi da solo.

Vinci le tue antipatie e avvicinati alle persone che vorresti allontanare.

Non agire come reazione a quello che dicono di te, nel bene e nel male.

 

Trasforma il tuo orgoglio in dignità.

Trasforma la tua collera in creatività.

Trasforma la tua avarizia in rispetto per la bellezza.

Trasforma la tua invidia in ammirazione per le qualità dell’altro.

Trasforma il tuo odio in carità.

 

Non ti lodare e non ti insultare.

Tratta quello che non ti appartiene come se ti appartenesse.

Non ti lamentare.

Sviluppa la tua fantasia.

Non dare ordini per il solo piacere di essere obbedito.

Paga per i servizi che ti vengono dati.

 

Non fare propaganda delle tue opere o idee.

 

Non cercare di suscitare negli altri emozioni nei tuoi confronti come la pietà, l’ammirazione, la simpatia, la complicità.

Non cercare di distinguerti per l’aspetto esteriore.

Non contraddire mai, taci.

Non contrarre debiti, compra e paga subito.

Se offendi qualcuno, chiedigli scusa.

Se hai offeso pubblicamente, scusati in pubblico.

 

    Se ti accorgi di aver detto qualcosa di sbagliato, non insistere per orgoglio nel tuo errore e desisti subito dai tuoi propositi.

    Non difendere le tue idee più antiche per il semplice fatto di essere stato tu a enunciarle.

Non conservare oggetti inutili.

Non farti bello delle idee altrui.

Non farti fotografare vicino a personaggi famosi.

Non rendere conto a nessuno, sii tu il giudice di te stesso.

 

Non definirti in base a quello che possiedi.

Non parlare mai di te senza concederti la possibilità di cambiare.

Accetta l’idea che nulla è tuo.

  

  Quando ti chiedono la tua opinione riguardo qualcosa o qualcuno, di’ soltanto le sue qualità.

  

  Quando ti ammali, invece di odiare il male, consideralo il tuo maestro.

Non guardare di nascosto, guarda diritto negli occhi.

 

 Non dimenticare i tuoi morti, ma assegna loro un posto limitato, in modo che non invadano tutta la tua vita.

Nel luogo in cui vivi, dedica sempre uno spazio al sacro.

Quando rendi un servizio, non esagerare i tuoi sforzi.

Se decidi di lavorare per gli altri, fallo con piacere.

Se sei in dubbio tra il fare e il non fare, corri il rischio e fa’.

   

Non cercare di essere tutto per il tuo partner; accetta che cerchi in qualcun altro quello che tu non puoi offrirgli.

 

    Quando qualcuno ha il suo pubblico, non precipitarti a contraddirlo rubandogli l’attenzione dei presenti.

Vivi del denaro che tu stesso ti sei guadagnato.

Non ti vantare delle tue avventure amorose.

Non ti pavoneggiare delle tue debolezze.

Non andare mai a trovare qualcuno soltanto per passare il tempo.

Ottieni per ridistribuire.

 

Se stai meditando e arriva un diavolo,

fallo meditare con te.

Gurdjieff

 

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 19 novembre 2016 in Blog, GUIDA TE STESSO

 

Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

…… puoi trarne addirittura vantaggio

 

29844036

C’era una volta una volpe che se ne andava tranquilla per i prati.

Era una mattina e i prati erano rifioriti dopo la brutta stagione invernale.

              I profumi della natura solleticavano le sue nari accarezzandole la fantasia, permettendole di sognare paesi lontani, belli e sconosciuti.

All’improvviso l’attenzione della volpe venne richiamata da un violento ruggito.

Era un verso che non aveva mai sentito e, terrorizzata, fuggì a nascondersi dietro ad un cespuglio.

Da li, riparata tra le foglie, la volpe poté vedere il terribile animale che aveva emesso quel suono:

si trattava di un leone, una bestia a lei sconosciuta.

Spaventata, la povera volpe, scappò via il più velocemente possibile.

Dopo quel brutto incontro passarono due giorni tranquilli …. tutto sembrava quasi essere stato dimenticato, quando, d’un tratto, la piccola volpe si imbatté ancora nel leone.

Questa volta il leone le apparve proprio davanti agli occhi, a pochi passi, ostacolandole il cammino.

La volpe, impaurita, iniziò a tremare come una foglia senza la forza di reagire e fuggire  la volpe rimase ferma fino a quando il leone, a un certo punto, si allontanò.

Il giorno seguente la volpe si imbatté per la terza volta nel leone scoprì che il proprio timore nei confronti di quel grosso e possente animale dal risonante ruggito, andava pian piano assopendosi.

Così, durante il successivo incontro, la volpe si dimostrò molto più calma e riuscì persino a guardarlo negli occhi, salutandolo con cordialità.

Quando ebbe ancora modo di vederlo, la volpe provò a rivolgergli la parola, riuscì finalmente a scoprire in lui doti come

il coraggio e l’intelligenza.

Da quel giorno la volpe non si stancò mai di ascoltare il leone, sicura che dall’esperienza di un animale così astuto e bravo cacciatore, avrebbe tratto solo vantaggi.

 di Esopo

Questa storia vuole lasciare un messaggio fondamentale per la nostra Vita

 

 ” Imparare a conoscere ciò che ci spaventa è il modo di superare le nostre paure e trarne addirittura vantaggio. “

 

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 10 novembre 2016 in Blog, GUIDA TE STESSO

 

Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

…….. è possibile scoprire questa cosa straordinaria che l’uomo ha cercato eternamente ……..

 

amore

Cos’è l’amore?

La parola è talmente falsata e contaminata ……… .

Tutti parlano di amore ………. ogni missionario parla incessantemente di amore

Amo il mio paese,

il mio re,

qualche libro,

quella montagna,

il piacere,

mia moglie,

Dio.

L’amore è una idea?

Se lo è può essere coltivata, nutrita, accarezzata, comandata a bacchetta, alterata come volete. Quando dite di amare qualcuno o qualcosa cosa significa?

Significa che amate una proiezione della vostra immagine, una proiezione di voi stessi sotto certe spoglie di rispettabilità, secondo quello che credete  (…)

L’amore può essere l’ultima soluzione a tutte le difficoltà, i problemi e le pene dell’uomo, dunque come faremo a scoprire cos’è l’amore?

Limitandoci a definirlo?

La chiesa lo ha definito in un modo,

la società in un altro,

e c’ è una gran quantità di deviazioni e di interpretazioni sbagliate.

Adorare qualcuno, dormirci insieme, lo scambio emotivo, l’amicizia – è questo quello che intendiamo per amore? (.)

L’amore può essere diviso in sacro e profano, umano e divino, o c’è solamente amore? L’amore appartiene a uno e non a molti?

Se dico, “Ti amo”, esclude forse ciò l’amore dell’altro?

L’amore è personale o impersonale?

Morale o immorale?

E’ qualcosa di intimo, o no?

Se amate l’umanità potete amare il particolare?

L’amore e un sentimento?

E’ una emozione?

E’ piacere e desiderio?

Così per approfondire la questione di cosa sia l’amore

dobbiamo  liberarci dalle incrostazioni dei secoli,

mettere da parte tutti gli ideali e le ideologie su ciò che dovrebbe, o non dovrebbe essere.

Dividere qualsiasi cosa in quello che dovrebbe essere e in ciò che è,

è il modo più ingannevole di vivere.

Dunque, come farò a scoprire cos’è questa fiamma che chiamiamo amore …..  non per esprimerlo a qualcun altro …

ma….. per sapere cosa esso sia in se stesso?

Come prima cosa devo respingere quello che la chiesa, la società, i miei genitori e amici, quello che ogni persona e ogni libro ha detto su di esso, perché voglio scoprire

da solo cosa è …..

L’appartenere a un altro, l’essere psicologicamente nutrito da un altro, dipendere da un altro …. in tutto ciò deve esserci sempre ansietà …. paura …..  gelosia ….colpa…..  e

 finché c’è paura non c’è amore !

una mente oppressa dal dolore non saprà mai cos’è l’amore;

il sentimentalismo e l’emotività non hanno assolutamente niente a che fare con l’amore.

E così l’amore non ha niente a che fare con il piacere e il desiderio.

L’amore non è un prodotto del pensiero che è il passato.

Il pensiero non può assolutamente coltivare l’amore.

L’amore non è limitato o intrappolato dalla gelosia poiché la gelosia appartiene al passato.

L’amore è sempre attivo presente.  Non è

“Amerò”

oppure

“Ho amato”

Se conoscete l’amore non seguirete nessuno,

l’amore non obbedisce.

Quando amate non c’è rispetto, né irriverenza.

Non sapete cosa realmente vuol dire amare qualcuno …..

amare senza odio,

senza gelosia,

senza rabbia,

senza volere interferire con quello che l’altro fa o pensa,

senza condannare,

senza far paragoni

…. non sapete cosa vuol dire?

Dove c’è amore c’è paragone?

Quando amate qualcuno con tutto il cuore, con tutta la mente, con tutto il corpo con tutto il vostro essere c’è paragone?

Quando vi abbandonate completamente a quell’amore allora non c’è l’altro. Forse che l’amore ha delle responsabilità e dei doveri e ne fa uso?

Quando fate qualcosa al di fuori del dovere, c’è amore?

Nel dovere non c’è amore. La struttura del dovere in cui l’essere umano è intrappolato lo va distruggendo.

Finché sarete costretti a fare qualcosa perché è vostro dovere non amerete quello che fate.

Quando c’è amore non c’è dovere o responsabilità…..

Se ci fate caso potete vedere che tutto ciò accade dentro di voi, potete vederlo con pienezza, completamente, in uno sguardo, senza sprecare tempo a farci su delle analisi.

Quando chiedete cos’è l’amore, potreste essere troppo spaventati per vedere la risposta…

Essa potrebbe significare

un cambiamento radicale;

potrebbe frantumare la famiglia;

potreste scoprire di non amare vostra moglie,

o vostro marito,

o …..

Ma se volete ancora scoprirlo,

vedrete che la paura non è amore,

che dipendere non è amore,

la gelosia non è amore,

la possessività e il desiderio di dominare non sono amore,

la responsabilità e il dovere non sono amore,

l’autocommiserazione non è amore,

l’angoscia di non essere amato non è amore,

amore non è l’opposto di odio più di quanto umiltà non sia l’opposto di vanità…..

E così siamo arrivati al punto:

può la mente incontrare l’amore senza bisogno di disciplina,

pensiero,

sforzo,

senza alcun libro o maestro o guida …… incontrarlo come si incontra un bel tramonto?  ..

Una mente che ricerca non è una mente appassionata e incontrare l’amore senza cercare è l’unico modo per trovarlo

incontrarlo ignari,

e non come risultato di uno sforzo o di una esperienza.

Questo amore, scoprirete non appartiene al tempo;

questo amore è sia personale che impersonale,

appartiene sia ad uno che a molti.

Come per un fiore profumato che voi potete odorare o trascurare. Quel fiore è lì per chiunque, anche per colui che si prende la pena di odorarlo profondamente e di guardarlo con piacere. Sia egli molto vicino nel giardino o molto lontano, per il fiore è la stessa cosa, essendo ricco di quel profumo lo distribuisce a tutti.

L’amore è qualcosa di nuovo,

fresco,

vivo.

Non ha ieri né domani.

E’ al di là della confusione del pensiero.

Solo la mente innocente sa cosa sia l’amore,

……..  e la mente innocente può vivere nel mondo che innocente non è.

E’ possibile scoprire questa cosa straordinaria che l’uomo ha cercato eternamente,

nel sacrificio,

nell’adorazione,

nel rapporto,

nel sesso,

in ogni forma di piacere e di dolore,

solamente quando il pensiero arriva a comprendere se stesso e giunge naturalmente a fine…..

Potete leggere queste parole ipnotizzati e incantati,

ma andare al di là del pensiero e del tempo realmente  cioè andare al di là del dolore  vuol dire essere consapevoli che c’è un’altra dimensione chiamata amore.

Ma non sapete come raggiungere questa straordinaria sorgente – cosa fate dunque?

Se non sapete che fare, non fate niente, non è vero?

Assolutamente niente.

Allora intimamente voi siete nel più completo silenzio.

Capite cosa vuol dire?

Vuol dire che non cercate non volete, non andate a caccia di qualcosa;

non c’è assolutamente un centro.

Allora c’è amore.

J.krishnamurti

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 15 marzo 2016 in Blog

 

Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: