RSS

Archivi tag: fitopreparati

Ogni cosa che puoi immaginare la Natura l’ha già creata

 La più antica e celebre ricetta  è stata trovata su tavolette di argilla, scritta in caratteri cuneiformi, si tratta di quasi 5000 anni fa.

 una storia lunghissima……..

ne sono state rinvenute tracce in caverne abitate 10 mila 

Gli antichi Egizi sono stati tra  i maggiori utilizzatori, convinti della sua capacità di prevenire le malattie e aumentare la forza e la resistenza fisica tant’è che la pianta fu infatti ritrovata, addirittura nella tomba del faraone Tutankamon.

nel papiro chiamato Ebers, un trattato medico egizio che risale al 1550 a.C., sono elencati ben 22 rimedi a base di aglio per svariati disturbi,

come punture di insetti,

mal di testa

e dolori in genere.

Ippocrate lo raccomandava per la cura di infezioni, ferite, lebbra e tumore

Plinio il Vecchio ne approfondì la conoscenza esaltandone le virtù terapeutiche per combattere ben 61 malattie, nella Roma Imperiale, era largamente consumato da contadini e soldati.

In Grecia gli atleti partecipanti alle Olimpiadi ne mangiavano uno spicchio prima delle gare 

Nel Medioevo l’aglio era la medicina dei contadini e dei poveri,

lo utilizzavano in grandi quantità come prevenzione e cura di tutti i mali.

Ricetta e Utilizzo 

Si tagliano a pezzettini e si schiacciano con un mortaio

350 g di agliopuliti  da agricoltura biologica o biodinamica, 

Mettere la poltiglia ottenuta in una bottiglia e aggiungere a questo 300 g di alcool etilico da alimenti a 95° gradi.

Tappare ermeticamente e conservare la bottiglia per 10 giorni in luogo buio, fresco e ventilato.

All’undicesimo giorno:

filtrare attraverso il cotone o una tela bianca, spremendone il residuo.

 

Dopo tre giorni di macerazione, si può iniziare a prenderlo tenendo conto della scaletta seguente:

si consiglia di prendere le seguenti gocce con circa 50 g di succo di frutta fresca o con acqua

sempre 

prima dei pasti

GIORNI

COLAZIONE

PRANZO

CENA

1 goccia

2 gocce

3 gocce

4 gocce

5 gocce

6 gocce

7 gocce

8 gocce

9 gocce

10 gocce

11 gocce

12 gocce

13 gocce

14 gocce

15 gocce

15 gocce

14 gocce

13 gocce

12 gocce

11 gocce

10 gocce

9 gocce

8 gocce

7 gocce

6 gocce

5 gocce

4 gocce

10°

3 gocce

2 gocce

1 gocce

11°

25 gocce

25 gocce

25 gocce

somministrazione di 25 gocce al dì come l’11° giorno fino alla consumazione totale del prodotto. 

 Questa somministrazione non deve essere ripetuta per almeno 5 anni.

benefici del rimedio

  • Il diaframma miocardio malato;

  • Arteriosclerosi;

  • Sinusite;

  • Ipertensione;

  • Malattia polmonare;

  • Artrite e reumatismi;

  • Vari disturbi della vista e dell’udito;

  • Impotenza;

  • Mancanza di appetito;

  • Gastriti, ulcere dello stomaco e le emorroidi;

  • Cancella il corpo di grassi e pietre (rene, Gallo);

  • Migliora il metabolismo e quindi tutti i vasi sanguigni (ri) diventa elastico;

  • Si scioglie i coaguli di sangue;

  • Regola il peso corporeo;

 

 

 

Vediamo i contenuti dell’Aglio ( bulbo)

 acqua 61%,

idrocarbonati 30,5%,

proteine 6,5%,

grassi 0,3%,

ceneri 1,2%

con magnesio,

potassio,

sodio,

calcio,

fosforo,

nitrati,

zolfo,

ferro,

iodio,

rame,

manganese,

zinco,

bromo,

arsenico,

silicio, ecc.

vitamine :

Vitamina B1,

Vitamina  B6,

Vitamina  B12,

Vitamina C,

Vitamina D,

Vitamina H;

non ultimo principi  antibiotici.

Azioni

Purifica il sangue,

antisettico,

antielmintico,

anti ulcera gastrica,

anti cancerogeno,

ipotensivo,

balsamico,

anti nicotinico,

ipoglicemizzante,

antireumatico,

riduttore dei trigliceridi,

toglie stanchezza,

utile nelle arteriosclerosi,

normalizza il battito cardiaco ed accresce l’ampiezza del battito stesso.

L’utilizzo dell’aglio per disinfiammare l’organismo e’ ben noto da millenni;

Louis Pasteur il primo a dimostrare l’enorme potenziale dell’aglio su due tipi di batteri in particolare:

le salmonelle (all’origine del tifo e delle infezioni alimentari)

e l’Escherichia coli (causa di gastroenteriti, meningiti, infezioni urinarie e setticemia).

Durante la seconda guerra mondiale, le affermazioni di Pasteur sono state tristemente confermate dai russi che, rimasti senza antibiotici per i loro soldati, utilizzarono l’aglio per curare le ferite e le infezioni respiratorie.

Questo piccolo piccolo GRANDE ortaggio è forse il più studiato dalla comunità scientifica internazionale.

Ad oggi sono state fatte ben 5000, ricerche con esito positivo.

 

 

Ps

Le notizie riportate sono da considerarsi solo ad uso informativo non sostituiscono ne annullano atto medico. 

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 4 dicembre 2015 in Blog

 

Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Scopri come difenderti da questa Epidemia !

 

“Il suo corpo si stava sempre più pietrificando,

le mani rattrappite non potevano afferrare più nulla,

la pelle gli si era fatta talmente tenera che il contatto con il legno del pennello gli procurava ferite.

Le sue dita “abbracciavano” il pennello più che tenerlo.

Dipingere è diventato per lui un tormento, una grave forma di artrite reumatoide gli ha reso le mani pressoché inservibili.”

Così il figlio Jean Renoir descrive suo padre.  

150 differenti patologie  

nel mondo occidentale ne soffre una persona su sette

 complessivamente rappresentano la prima causa di disabilità 46-54% dei casi, secondo gli studi.

 13 i gruppi in cui si suddividono le malattie reumatiche

 artrosi (osteoartrosi),

artriti primarie,

artropatie da microcristalli e dismetaboliche,

affezioni dolorose non traumatiche del rachide,

malattie dell’osso,

connettiviti e vasculiti (malattie reumatiche sistemiche),

artriti causate da agenti infettivi,

reumatismi extra-articolari,

sindromi neurologiche,

neurovascolari

psichiche,

malattie congenite del connettivo,

neoplasie e sindromi correlate,

Le malattie reumatiche si riconoscono per alcuni sintomi comuni, come  dolore e gonfiore alle articolazioni di mani e polsi o anche rigidità articolare prolungata, la causa più comune è per lo più  dettata da una infiammazione a carico delle ossa e delle articolazioni, a loro volta determinate da  stili di vita errati come, una cattiva alimentazione, assenza attività fisica, posture scorrette, sovrappeso, infezioni persistenti, alla base della piramide troviamo fattori di stress determinati da pensieri non congrui con la realtà. 

I nostri pensieri e le nostre emozione sono la prima tra tutte le cause, come ormai afferma anche l’epigenetica.

 

Il primo farmaco per la prevenzione e la cura delle malattie reumatiche, è l’alimentazione 

 

l’alimentazione batte i geni

un dictum dell’epigenetica : le informazioni chimiche contenute nel cibo, sono in grado di modificare i nostri geni.

in questi casi andrebbe privilegiata un’alimentazione naturale ed evitare quei cibi imbottiti di sostanze  sintetiche che hanno perso ogni proprietà terapeutica naturale a partire dalle vitamine

vitamina  composta da  vita «vita» e di amine «amina»,

ciò che necessario alla vita

 per questo i cibi sani divengono antinfiammatori ed alcalinizzanti naturali, da preferire un’alimentazione equilibrata e personalizzata. 

 

Utilizzo dei fito complessi derivanti dalla natura, come ad esempio

Betulla:  le foglie sono  diuretiche e depurative.

Favorisce l’eliminazione di sostanze in eccesso, accumulate nell’organismo, come il colesterolo e gli acidi urici che provocano reumatismi e gotta.  

 

Sambuco, ai suoi fiori aumentano la quantità di urina eliminata nella giornata; ha specifiche proprietà antireumatiche, grazie all’eliminazione degli  acidi urici nei casi di uricemia, reumatismi, artrite e gotta. 

 

Ortica  l’azione depurativa, detossinante e diuretica, alcalinizzante delle foglie è indicata in caso di affezioni reumatiche, di artrite, di gotta, di calcoli renali, di renella e iperglicemia; 

Equiseto L’equiseto è noto soprattutto per le sue proprietà antinfiammatorie, antibatteriche, antimicrobiche e antiossidanti. Svolge inoltre un’attività diuretica e astringente. Nel corso del tempo è stato utilizzato per il trattamento di numerosi disturbi, comprese gengiviti, infiammazioni delle mucose della bocca, tonsillite, acne, herpes labiale, infiammazione della pelle e problemi reumatici.

Quali sono i pensieri che determinano infiammazione e reumatismi ?

Chi è affetto da reumatismi è caratterizzata dalla tendenza al sacrificio,

dal senso del dovere

e da un’indole spiccatamente altruistica.

Il soggetto si sente frenato da un contesto abitudinario, che lo costringe a occuparsi sempre delle stesse cose.

Le zone più colpite sono le articolazioni delle dita di mani e piedi, del gomito e del ginocchio.

Dal punto di vista, puramente,soggettivo i dolori, che di solito migrano rappresentano i conflitti, doveri imprescindibili e il postecipare ciò che si vorrebbe fare.

Il più delle volte nelle persone affette da malattia reumatica, si riscontra una rinuncia consapevole alla propria libertà.

Spesso consapevoli della propria situazione psicologica ……. non si ha il coraggio di  cambiarla.

Tieni ben in mente questo Rimpianto :

 
 Vorrei aver avuto il coraggio di vivere una vita come volevo io, non quella che gli altri si aspettavano da me.

questo è il primo dei cinque rimpianti descritti in questo speciale libro che personalmete ritengo un testamento d’amore lasciato all umanità

 

Il libro è di Bronnie Ware  ”  Vorrei averlo fatto ” I Cinque più grandi rimpianti

 

 
 

Tag: , , , , , , , , , , , , , , , ,

l’erba magica

 

Per le sue stupefacenti proprietà viene definita fin dal medioevo un erba magica 

Magia deriva  in greco Μαγεία nome con cui venivano indicati nell’antica Grecia i “magi” (Μάγοι), antichi sacerdoti Zoroastriani, i Re Magi !

….. da qui l’erba diviene magica perché capace di Donare preziose virtù funzionali per la nostra Salute, la pianta di ortica è molto vitale, e lo dimostra crescendo e diffondendosi rapidamente, ed è per questo che quando assumiamo i suoi principi attivi, ne veniamo Vitalizzati.

 

Pare che il primo a utilizzarla sia stato Nabucodonosor re di Babilonia, che decise di nutrirsi di sola ortica per 7 anni per ritrovare la saggezza perduta.

 

Se, solo oggi, si fosse a conoscenza del grande potere dell’ortica negli orti non si coltiverebbe altro.

Le proprietà medicamentose sono presenti dalle radici fino ad arrivare ai fiori, quest’erba è la nostra migliore pianta deputata alla depurazione del sangue ed contemporaneamente anti-anemica. 

La sua positiva influenza sul pancreas la rende favorevole ad abbassare il tenore degli zuccheri nel sangue.

L’ortica, appartiene alla famiglia delle erbe ” marziane ” , ovvero le erbe governate dal pianeta Marte, ed è per questo che stimola il sistema immunitario e ripulisce il sangue stimolando l’energia Vitale.

I suoi peli ci ricordano la sua azione rinvigorente dei capelli e purificante del cuoio capelluto. Per la teoria del simile cura il simile, l’ortica è utilissima come anti-prurito  quindi l’infuso è ottimo per detergere la nostra pelle.

L’ortica è ricca di

vitamine A C K,

ferro,

flavonoidi

carotenoidi,

fosforo,

magnesio,

potassio,

calcio,

silicio,

manganese

cura stati anemici e problemi legati all’apparato escretore (reni, vescica),

ottimo rimedio anche per artrosi, artriti, dermatiti, ipertrofia prostatica e calcoli renali 

contrasta l’acidosi, causa di molte malattie

vasocostrittrice, pertanto utile nelle emorragie

digestiva

emolliente

Usi e Impieghi

40 gocce di Tintura madre in un po di acqua 3 volte al giorno, per due mesi, in alternativa 3-4 tazze di infuso al giorno

per : eczemi, ritenzione idrica, reumatismi, gotta,  acidosi, debolezza psico fisica

 30 gocce di estratto T.M. 3 volte al giorno, ideale sarebbe il succo da pianta fresca

per :  la caduta di capelli

 

Note  : L’ortica ha un azione addizionante con i farmaci deputati alla diurisi, ipoglicemmizzazine, alla sedazione del sistema nervoso, all’ipotensione.

Pertanto è necessario rivolgersi sempre ad un esperto.

 PPS

 le informazioni sono da ritenersi solo a titolo informativo non sostituiscono ne annullano atto medico

 

 

 …Sano e Gustoso…

 

Maltagliati gamberi ed ortica

per 4 persone 

320 g di maltagliati

g 100 ortiche, circa un pugno 

2 cucchiai di mandorle
1 cucchiaio di parmigiano
3-4 cucchiai di olio evo
1/2 spicchio d’aglio
sale e pepe.

4 gamberi rossi ben freschi
olio evo
peperoncino
sale.

marinare i gamberi con un filo di olio di oliva, sale e un pizzico di peperoncino. 

trascorsi circa  i 30 minuti, dalla marinatura preparare il pesto con le ortiche ben lavate e tamponate, mettere nel mix insieme al  il parmigiano, mandorle, l’aglio, l’olio d’oliva il sale ed il pepe frullare il tutto  e coprirlo con un filo di olio, intanto  lessare i maltagliati versare il tutto e mantecare a fuoco vivace.

Tè di ortica

 

1 Lt di acqua minerale naturale

4 cucchiai rasi di ortica

portare l’acqua in ebollizione,

versare l’ortica mescolare per un minuto e spegnere il fuoco,

coprire il tutto e lasciare riposare per 5 minuti,

filtrare e versare in una bottiglia di vetro con chiusura ermetica far raffreddare

aggiungere lo zucchero di canna e delle scorzette di limone 

riporre in frigo.

Bevanda dissetante e rinfrescante ideale per le caldi giornate d’estate, senza dimenticare tutti i benefici medicamentosi dell’ortica.

 

 

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 28 maggio 2015 in Blog, erbe officinali

 

Tag: , , , , , , , ,

La cicoria l’ortaggio del momento !

cicoria

La cicoria  già conosciuta nell’antichità come cibo e medicinale per aiutare il fegato. !

Infatti tra le proprietà curative della cicoria troviamo depurazione e disintossicazione del fegato, dell’intestino e dei reni.

Grazie ai suoi principi amari fluidifica la bile, risveglia l’intestino, stimola la digestione, è un aiuto in caso di insufficienza biliare,  ipoglicemizzante, diuretica e blandamente lassativa.

Anche la pelle ne trae vantaggio grazie alla sua azione disintossicante.

Mangiamola fresca in insalata, è ottima ….!!!!!!

Si può trarre beneficio, anche, dalla tintura madre : 40 gocce 3 volte al giorno in mezzo bicchiere d’acqua.

a cura di Rosaria Fontanella

Visita la pagina dell’autore clicca qui   Alimentazione Salutogenica

 

Tag: , , , , , , ,

Tra Sogno e Salute

4080388520_815e3374b6_b

Se sei un sognatore ecco i benefici che otterrai  ……

quando sogni un nuovo amore, un nuovo lavoro, di viaggiare …. qualsiasi sia il tuo sogno,  ti si attivano all’unisono le aree celebrali deputate all’emozioni e al ragionamento razionale,  nell’attivarsi ti  sentirai pieno di entusiasmo  e aperto al mondo e alla vita, inoltre ti sarà più facile trovare creativamente le soluzioni per come realizzare il tuo sogno.

ed ancora ……

avrai un’adeguata produzione delle sostanze del benessere : Serotonina, detto anche ormone della Felicità , noradrenalina e dopamina.

La serotonina previene e riporta in equilibrio i tuoi stati d’ansia, regola la respirazione, il ritmo cardiaco, le tensioni muscolari, insonnia, ecc.

  1. Ricapitoliamo i benefici di chi Sogna ad occhi aperti :

  2. Entusiasmo

  3. Vitalità

  4. Serotonina naturalmente prodotta dal tuo corpo

  5. Benessere fisico generale

 

 

Fai questo esercizio per capire se il Sogno che hai nel cassetto è quello giusto 

 Ti crea Ansia al solo pensiero 

Ti richiede uno sforzo innaturale

Non ti dà serenità

Una volta raggiunto ti darà un piacere solo momentaneo

 se così fosse o non è il tuo Sogno ma quello di qualcun altro o lo hai confuso con un ideale collettivo. 🙂

 

 

 

 

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 23 settembre 2014 in Blog

 

Tag: , , , , , , , , , , , , , ,

Gli Italiani non lo fanno più …. TU SOGNI ancora ?


Due Italiani su tre crede che i sogni sono per gli Idealisti !

il sondaggio rivela che il 69% degli intervistati ritengono che i sogni sono inutili o hanno poco importanza. 

Generalmente questa affermazione cela frustrazione, in quanto, essi sostengono che i sognatori sono solo idealisti senza obbiettivi concreti. La concretezza che loro indicano è spesso legata a l’acquisto di abiti costosi, bella macchina …. casa, o , una vincita.

Tutti possibilità che lasciano al fato, senza progettualità e senza alcun impegno e coinvolgimento personale.  

Sempre dal sondaggio emerge che chi rinuncia a sognare sembra perdersi nella routine quotidiana, senza  uno scopo da raggiungere, impegnati in una vita assente di significato quello che Antonovsky definisce con il termine ” sense of Meaningfulness “.

 

Il Sense of Meaningfulness diventa un vero è proprio scudo per ansia panico e depressione, per ciò che riguarda la nostra mente e la nostra anima, lo stesso favorirà specialmete l’apparato gastro enterico, sognare favorisce la digestione, previene il colon irritabile, gastrite, colite, fino anche alle ulcere.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 22 settembre 2014 in Blog

 

Tag: , , , , , , , , , , , , , ,

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: