RSS

Archivi tag: erbe

Primum……… non Nocere !

Incredibile ma vero 

300 milioni di anni fa ….. i Dinosauri si cibavano di quest’erba Miracolosa

            Nella medicina popolare questa pianta era famosissima nell’antichità specie per le sue proprietà emostatiche e per i suoi successi riguardo le malattie renali e delle vie urinarie.

Per secoli dimenticata e solo grazie al medico naturista padre Kneipp che oggi ne conosciamo le sue sorprendenti virtù.

Unica insostituibile ed inestimabile

questo è quanto dice di questa pianta contro :

le emorragie

disturbi renali

calcoli 

renella

Lava, scioglie e guarisce tutto ciò che è deteriorato.

Padre Kneipp, afferma che tutte le persone di una certa età ne dovrebbero bere una tazza al giorno.

Il Dr. Julius Wagner Jauregg, premio Nobel per la medicina, nei suoi scritti afferma :

 

<< due terzi di tutti i malati di nervi non dovrebbero essere ricoverati negli instituti se fossero sani i loro Reni >>

inoltre, ho potuto consigliare i semicupi di coda cavallina a monti infelici che, a causa dei disturbi renali soffrivano di depressioni, manie e pazzia furiosa, salvandosi in tal modo dal manicomio. In questi casi occorre berne anche una tazza al mattino e uno alla sera.

Innumerevoli studi antichi sostengono che l’alto contenuto di Acido Silicico Solubile è alla capacità della tisana di equiseto di portare a completa guarigione di ulcere sia gastriche che della gamba.

Ecco un elenco delle problematiche a cui la tisana di Equiseto può giovare, gli studi sono stati fatti nel secolo scorso ad opera di medici e fisiobiologi Naturisti :

  • tutti i disturbi a carico dell’apparato, in primis  dei reni e vescica urinaria, con o senza calcoli

  • Idropisia sia di origine renale che cardiaca

  • emorragie, quali emorragie dello stomaco, ematemesi, emorragie urinarie provocate dai calcoli

  • ciclo mestruale abbondante

  • problemi al cavo orale, quali gengivi sanguinanti, gengiviti, stomatiti, piorrea alveolare, tonsillite, faringite, laringite

Secondo alcuni ricercatori, l’assunzione sistemica della tisana di equiseto porta al superameto del sangue dalla bocca proveniente dai polmoni.

L’equiseto,tra le altre cose,  svolge una profonda attività depurativa del sangue pertanto si può facilmente affermare che lo spettro d’azione di questa incredibile pianta medicinale è  di giovamento in tutte le malattie a carico della pelle anche quelle complesse come

  • eczemi

  • lupus

  • acne

  • psoriasi 

  • fruncolosi

  • dermatiti

  • ecc 

Come Utilizzare l’Equiseto 

Infuso :

Un cucchiaio da dessert colmo su 1/4 di litro d’acqua

Cataplasma a vapore :

mettere 100 gr. circa di erba sospesa  sui vapori dell’acqua bollente, non appena sara calda e morbida avvolgerla in un panno di lino a applicarla sulla parte malata. Tenere li almeno due ore o tutta la notte

l’ applicazione locale aiuta :

ad eliminare i calcoli renali;

ad alleviare i crampi viscerali

crampi allo stomaco

coliche apatiche e biliari

polipi basso ventre

infiammazioni borse sinoviali

 

Quando non vi sono altre cure in corso, bere ogni giorno mezzo litro di tisana di equiseto, anche per lunghi periodi, non comporta controindicazione, nè effetti collaterali. In caso contrario rivolgersi ad un esperto

Ps

Tutte le informazioni riportate in questo libro sono tratte da studi e ricerche fatte dalle fine ‘800 sino alla prima metà del  1900, ad opera di medici e naturisti tedeschi ed austriaci

 

 

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 15 ottobre 2015 in Blog, erbe medicinali

 

Tag: , , , , , , , , , , , , , ,

La Paura ……….. un emozione Utile ?????

 

paura

La Paura ……  che cos’è ?

da dove viene ?

come si può fare a superarla ?

ormai sono domande millenarie,……… perché ?

perché da quando l’ uomo da quando è comparso sulla terra ha conosciuto questa emozione, e in ogni epoca si è cercata di capirla per sconfiggerla, combatterla.

La paura non è sempre un nemico da abbattere ! perché ?

Perché più di quanto non crediamo ci preserva da pericoli che altrimenti ci annienterebbero.

Prova ad immaginare la totale assenza di paura quali azioni ci porterebbe a compiere……. hai pensato a qualcosa ?

a me viene in mente, mi lancio senza paracadute, …. ho sete ?  beve qualunque cosa, …… ho fame  ? mangio qualsiasi cosa trovo ……  sono in ritardo prendo l’auto la moto e corro a 250 Km/ora 

Spesso la Paura o le Paure mettono in luce aspetti profondi della nostra persona, esse ci raccontano la nostra  debolezza e fragilità che reprimiamo nella vita di tutti i giorni.

Quali sono le conseguenze del reprimere le nostre Paure ?

tutte le volte che le reprimiamo crescono a dismisura e si trasformano in mostri orribili….. e  voilà

Fobie

Ansia

e………………………………….

urlo 

Panico 

le Fobie sono delle paure immotivate verso situazioni, oggetti, animali, spesso ci si rende conto di quanto queste paure siano irragionevoli 

L’ansia non ha un oggetto …. è uno stato di malessere generalizzato e chi lo vive incontra spesso difficoltà a prendere qualsiasi decisione

il Panico, immobilizza ! si avverte un senso di catastrofe imminente spesso accompagnato da angoscia, sensazione di morire o di impazzire; spesso vi sono dei veri e  propri sintomi fisici come

sensazione di soffocamento

palpitazioni

dispnea  

dolori toracici fino anche a parestesie

Le crisi durano pochi minuti raramente delle ore, e, spesso arrivano senza alcun motivo …… come un fulmine a ciel sereno

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 24 aprile 2015 in Blog, Counseling

 

Tag: , , , , , , , , , , , , , , ,

……. l’ erba degli angeli ……

elisir

La leggenda vuole che sia stato l’ arcangelo Raffaele a farne conoscere l’ uso agli uomini; la leggenda infatti narra che l’ arcangelo apparve in sogno ad un uomo che viveva in un paese flagellato dalla peste svelandogli i poteri benefici della pianta.

La popolazione seguì i suggerimenti dell’ uomo e il paese sconfisse la malattia. In ebraico Raffaele vuol dire ”Dio che guarisce” e per questo motivo era considerato l’ angelo della guarigione e il custode dell’ umanità.

Anticamente costituiva una delle principali erbe medicinali, e ancora oggi  in Cina rappresenta la pianta medicinale più importante.

Nel medioevo i monaci la coltivavano come antidoto alla peste. Si consigliava di annusare la sua radice imbevuta di aceto, tale rimedio si racconta fosse stato dato da un angelo ad un frate.
I medici del Rinascimento soprannominarono l’ angelica “radice dello Spirito Santo” per le sue proprietà di curare le malattie più gravi, ed erba degli angeli perché si pensava proteggesse dal diavolo.
Veniva considerata un potente antidoto ai veleni.
S. Ildegarda  scrisse dell’ angelica: ”Quando una persona ha febbre, non importa per quale motivo, prenda radici d’ angelica e le pesti un po’ in ½ bicchiere di vino; lasci riposare per una notte, al mattino aggiunga altro vino e lo beva a digiuno. Ripeta tale operazione 3-5 volte al dì”.
Il medico Paracelso (1490- 1541)  narra che durante la peste del 1510 molti milanesi si salvarono, perché fecero bere loro della polvere d’ angelica nel vino.

Elisir degli Angeli :

Ingredienti
200 cl alcool a 90 gradi – 250 g semi di angelica – 250 g raschiatura di gambi di angelica verde – 8 g semi di garofano – 1 g vaniglia – 1000 g zucchero – 50 g acqua
Preparazione
Mettete in infusione nell’alcol per 8 giorni i semi di erba angelica, di garofano e la vaniglia.
Trascorso il tempo travasate lentamente l’alcool.
Preparate uno sciroppo con lo zucchero e l’acqua, senza lasciarlo raffreddare versatelo in un vaso dove metterete la raschiatura di gambi d’angelica verde.
Fate raffreddare il composto e dopo aggiungete l’alcool.
Lasciate il tutto in infusione per un mese. Filtrate il liquore e versatelo nelle bottiglie.

 
1 Commento

Pubblicato da su 19 novembre 2014 in Blog

 

Tag: , , , , , , ,

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: