RSS

Archivi tag: ego

in ognuno di noi c’è ….. un bambino dotato, traboccante di dote …..

39793124

Tutti,

ma proprio tutti, 

abbiamo avuto la sensazione che qualcosa ci chiamasse a percorrere una certa strada….

Era la mano del Destino !

La nostra vita non è tanto determinata dalla influenze subite

ma

quanto dal modo in cui abbiamo imparato ad immaginarla.

                                                                            Credere nella nostra natura

                     vuol dire restituirci la percezione del nostro destino,

recuperare il senso della nostra vocazione,

rivolgersi alla sensazione che esiste un motivo per cui

                                                                        la mia persona,

che è unica e irripetibile,

                                                                              è al mondo,

e che

esistono cose alle quali mi devo dedicare al di là del quotidiano.

Se, invece, accetto l’idea di essere effetto di un impercettibile palleggio tra forze ereditarie e forze sociali,

io mi riduco a mero risultato e tanto più la mia biografia sarà

                                                               la storia di una vittima.

La vocazione,

il destino,

il carattere,

l’immagine innata,

l’idea che ciascuna persona

sia portatrice di un’unicità che richiede di essere vissuta

e che è già presente prima di poter essere vissuta, riceve conferma cercando di leggere ciascuna vita a ritroso.

Riconoscere la vocazione come un dato fondamentale dell’esistenza umana;

allineare la nostra vita su di essa;

trovare il buon senso di capire che gli accidenti della vita,

compresi il mal di cuore e i contraccolpi naturali che la carne porta con sé, fanno parte del disegno dell’immagine, sono necessari a esso e contribuiscono a realizzarlo.

Una vocazione può essere rimandata, elusa, a tratti perduta di vista.

Oppure può possederci totalmente.

Non importa:

                                                                                  alla fine verrà fuori.

Questa immagine non va confusa con la voce della coscienza.

Molti termini designano la nostra anima:

immagine,

carattere,

fato,

genio,

vocazione,

destino.

L’idea che la nostra anima abbia a cuore il nostro interesse

è l’aspetto più difficile da accettare.

Perché si interessa a quello che faccio, magari mi protegga o addirittura mi mantenga in vita, indipendentemente, in una certa misura, dalla mia volontà e dalle mie azioni ?

             

 Le urgenze del destino sono spesso frenate da percezioni distorte e

da un ambiente poco ricettivo,

sicché la vocazione si manifesta nella miriade di sintomi

del bambino difficile,

del bambino autodistruttivo,

del bambino portato agli incidenti

tutte espressioni inventate dagli adulti in difesa della propria incapacità a comprendere.

La vocazione si esprime

nei capricci e nelle ostinazioni,

nelle timidezze e nelle ritrosie che

sembrano volgere il bambino contro il mondo,

mentre servono forse a proteggere il mondo che egli porta con sé

e dal quale proviene.

Ogni bambino

è un bambino dotato,

traboccante di doti …..

doti che sono tipiche sue e che si manifestano in modi tipici,

spesso a causa di disadattamento e sofferenza.

 J. Hilmann

rilettura di lf
Annunci
 
Lascia un commento

Pubblicato da su 23 febbraio 2017 in Blog, GUIDA TE STESSO

 

Tag: , , , , , , , , , , , , , , , ,

….. Conviene essere onesti prima di tutto per se stessi e con se stessi…..

47885227

L’onestà è un

Bene Unico

i più sono beni, falsi o ingannevoli.

Se ti convincerai di questo 

amerai appassionatamente la virtù,

amarla soltanto …. sarebbe troppo poco,

tutto ciò che essa toccherà sarà per te

ricchezza e felicità

comunque la pensino gli altri.

Sia chiaro che niente è buono se non è Onesto e che tutti i guai a ragione saranno chiamati beni, se baciati dalla virtù.

Gli

Uomini Onesti

sanno che le ricchezze si trovano in un luogo diverso da quello in cui vengono ammucchiate

sanno che si deve riempire

l’Anima 

non il forziere.

Se potessimo vedere l’anima di un uomo onesto e virtuoso

che bella figura

che splendore di magnificenza

e Serenità vedremmo.

Da una parte risplendono

la giustizia e la fermezza

dall’altra

la temperanza e la prudenza.

E oltre a queste

la pazienza

la generosità

l’affabilità

e bene raro in un uomo

l’Umanità.

Questo è quanto scriveva Seneca ne “ Lettere morali a Lucilio “ tra il 62 e 65 d.c.  

passano gli anni, i secoli, i millenni  …… e per l’essere umano pare  vi sia un parziale progresso e una parziale evoluzione,

cosa accade ?

cosa impedisce la totale evoluzione ?

negli anni in cui è vissuto Seneca le condizioni e la qualità di vita sono notevolmente al di sotto di quelle attuali.

Quali erano le aspettative di vita in quegli anni ?

Pare fossero di 27 anni, mai superare i 45 anni !

C’è da chiedersi come mai Seneca morì a 69 ?

tra l’altro suicida e non di morte naturale.

La fisica quantistica spiega che

i nostri pensieri,

stati d’animo,

emozioni sono in grado di modificare il DNA.

Seneca ne “l’arte di vivere “ ben spiega come essere felici e vivere bene e per questo in Salute.

Seneca sottolinea

 l’onesta come virtù,

l’onestà come fonte di gioia

l’onestà come fonte di ben essere

Attenti Bene !

L’onestà, infatti, riguarda prima di tutto il rapporto con se stessi.

Conviene essere onesti prima di tutto per se stessi e con se stessi.

              L’onestà con Se Stessi sembra quasi scontata, invece non lo è affatto !

per essere onesto con Se Stessi  ci vuole molto coraggio,

è una grande prova ! 

Pensa a quanto è può essere difficile, per alcune persone se non a volte impossibile,

 

riconoscere di avere sbagliato,

oppure riconoscere di avere un problema !

 

Eppure essere Onesti con Se Stessi è fondamentale per poter

 

Crescere ed Evolvere

 

Così Realizzi ciò che sei, ciò che Vuoi …… i tuoi sogni !

Essere Onesti con Se Stessi può significare dover  soffrire molto……. talvolta riconoscere di aver tenuto un comportamento sbagliato o di aver  un problema ci fa sprofondare in crisi ed è proprio questo che ci  fa soffrire e ci fa paura, ma, la crisi è necessaria in quanto porta con se un

notevole vantaggio  

ci spinge ad evolvere …..

dalla riflessione di una mente geniale

” Non possiamo pretendere che le cose cambino, se continuiamo a fare le stesse cose.

La crisi è la più grande benedizione per le persone e le nazioni, perché la crisi porta progressi.

La creatività nasce dall’angoscia come il giorno nasce dalla notte oscura.

È nella crisi che sorge

l’inventiva,

le scoperte e

le grandi strategie.

Chi supera la crisi,

supera se stesso,

senza essere superato.

Chi attribuisce alla crisi

fallimenti e difficoltà,

violenta il suo stesso talento e

dà più valore ai problemi che alle soluzioni.

La vera crisi è la crisi dell’incompetenza.

L’inconveniente delle persone e delle nazioni è la pigrizia nel cercare soluzioni e vie d’uscita.

Senza crisi non ci sono sfide,

senza sfide la vita è una routine, una lenta agonia.

Senza crisi non c’è merito.

È nella crisi che emerge il meglio di ognuno, perché senza crisi, tutti i venti sono lievi brezze.

Parlare di crisi significa incrementarla;

tacere nella crisi è esaltare il conformismo.

Invece, lavoriamo duro.

Finiamola una volta per tutte con l’unica crisi pericolosa, che è la tragedia di non voler lottare per superarla “

quanta saggezza e quanto  realismo nelle parale del genio ….

A. Einstein

quindi va da se che

 “Essere onesti con se stessi “

significa

Autoaffermarsi,

Evolvere e

StimarSi,

non ultimo vuol dire

 ” AmarSi “

 

avere 

Dignità

di cui l’Onestà ne è l’espressione.

a cura di LF 
 
Lascia un commento

Pubblicato da su 30 ottobre 2016 in Blog, GUIDA TE STESSO

 

Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

 ……….  sogna Forte ! questo è tutto quello che puoi fare …..

 

 

sogno.png

Sogna in Grande e Lavora Duro

 

i Tuoi Sogni sono come semi in un campo fertile

i Tuoi semi in quel campo ……..  diverranno piantine

che

alloro volta …. diverranno piante

dalle quale raccoglierai 

i tuoi frutti

i Tuoi Sogni

Qualcuno potrà ridicolizzarti …. dicendoti che

sei solo un sognatore

e tu

sogna più forte

potrà tentare di convincerti a rinunciarci,  a smettere di sognare

e tu

sogna più forte

la circostanze possono impedirti,

nell’immediato, di realizzare i tuoi sogni

TU

sogna più forte

                           

Ti assicuro che in questo senso io posso parlare per  esperienza….

la famiglia …….

gli amici ……

conoscenti ………  

colleghi …..

hanno spesso riso dei miei sogni 

Spesso mi sono sentito dire 

sei fuori dalla realtà

sei troppo sognatrice…..

 ehh … ma non  non si può fare

questa è la realtà …. dai  Sii realista  

ed io ….

ho Sognato e …..

                Sogno più forte !

non permettere mai e dico mai ….. che

qualcuno con le sue  idee

 le sue frustrazioni

i suoi fallimenti

 possa dirti cosa  puoi  o non puoi  sognare ….

fare o non fare …..

realizzare o non realizzare ……

non permettere mai a NESSUNO di infangare i tuoi sogni o

di inquinare il tuo  essere un visionario …..

metti un enorme cartello sulla porta dei tuoi  sensi 

VIETATO L’ACCESSO

quello di sognare è un grande Dono e …….

quando scegli di attivare il Divieto

i tuoi sogni si   REALIZZERANNO  come per incanto !

 Tu Semplicemente Sogna  !

 Lao Tzu ci insegna attraverso  le 

“ Quattro virtù cardinali ” 

ad erigere  il divieto, con l’osservazione e la pratica  ci dirigeranno verso “il  nostro reale stile di vita ” dove tutto si realizza, perché

queste quattro virtù non rappresentano qualcosa di imposto dall’ esterno esse

fanno parte della nostra natura originaria,

praticandole, conoscerai sempre più Te stesso ……… 

le quattro Virtù Cardinali,

rappresentano la via più sicura per

liberarsi

dalle cattive abitudini,

dai condizionamenti del passato

dalle scuse

dall’ ego 

                   osservando la Tua vita

senza scuse e senza Giudizio

realizzeai la Tua vera Natura e …… i Tuoi  Sogni

le quattro virtù cardinali sono ……

 Grande rispetto per ogni forma di vita.

Questa è la virtù numero uno perché è la chiave per ridurre l’ego. La Sorgente dell’Essere è la Sorgente di ogni Essere.

 Sincerità naturale

Questa virtù si manifesta come onestà, semplicità e fedeltà, in sintesi 

essere sincero con Te stesso

 Gentilezza

Quando puoi  scegliere se avere ragione o essere gentili, scegli di essere  gentile

Disponibilità

Questa virtù si manifesta nella tua  vita come servizio agli altri senza alcuna aspettativa di ricompensa.

Le quattro virtù sono una mappa stradale verso la semplice verità sull’ Essere

……. Rispettare ogni forma di vita, vivere una sincerità naturale, praticare la gentilezza, e porsi al servizio degli altri equivale a essere semplicemente ciò che siamo ….. degli ……

Essere Umani

Lf

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 30 giugno 2016 in Blog, GUIDA TE STESSO

 

Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

…. lascia andare la mente perché la mente cerca continuamente di capire solo per potere avere il controllo…..

Si racconta che un giovane pienissimo d’ego andò a incontrare un grande maestro.

Il ragazzo aveva tutte le ragioni di essere egoico.

Faceva parte della famiglia reale e aveva avuto come insegnanti i più illustri precettori della nazione.

Aveva conosciuto gli illustri maestri di ogni eccelsa disciplina e si era recato da ogni illuminato di cui fosse venuto a conoscenza. Sapeva molte cose, aveva raccolto una vasta conoscenza, ed era un grande intellettuale.

La sua memoria era perfetta e conosceva alla perfezione tutto la saggezza, quindi aveva ogni ragione per essere egoico.

Quando arrivò il grande maestro, cominciò col raccontargli che aveva vissuto con quel maestro e quell’altro, che aveva let­to questo e quest’altro.

Il saggio iniziò a ridere e quindi il giovane disse:

“Perché ridi?”

e si sentì un po’ irritato.
egli rispose:

“Sarebbe stato me­glio se avessi permesso a questi maestri di studiare te, piuttosto che tu studiare loro. Che grande sventura averli studiati e non aver permesso loro di studiare te. Avrebbero dovuto essere loro a studiarti, sarebbe stato molto meglio”.

 

Esistono misteri che è meglio non comprendere, piuttosto, lascia che il mistero comprenda te, ti darà una beatitudine più grande.

Lascia che sia il divino a comprendere te, permettigli di conoscerti, perché non c’è altro modo per noi di conoscerlo.

La nostra conoscenza non può che essere limitata.
Perciò, ti dico, invece di conoscere, partecipa.

Tutto ciò che accade è mistico.

Non è metafisica.

Dissolviti in esso.

 

Lascia andare la mente perché la mente cerca continuamente di capire solo per potere avere il controllo.

 

La conoscenza è violenza e in profondità è conflitto.

E ancora più in profondità è paura.

Per questo abbiamo paura di un estraneo.

Dopo aver capito chi è, da dove arriva, a quale comunità appartiene, hai meno paura, perché pensi di sapere qualcosa di lui.

E se ci vivi insieme per un anno hai ancora meno paura perché ne capisci gli umori, lo stile, ogni cosa.

E se vivi con lui per vent’anni, te ne dimentichi totalmente. Che entra o esca dalla stanza non fa differenza.

Ma quando lo hai incontrato, il primo giorno, era uno straniero. Avevi paura perché non potevi controllarlo, ora sai come farlo.

Quindi ricorda, il bisogno stesso di conoscere è frutto della paura.

 Partecipa, piuttosto, rilassati, prendi per mano l’ignoto e seguilo.

Abbi fiducia e succederanno molte cose.

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 4 marzo 2016 in Blog, GUIDA TE STESSO

 

Tag: , , , , , , , , , , , , , , , ,

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: