RSS

Archivi tag: depressione

………. una coccola d’ Amore

 6000 anni fa ……..

………. una  leggenda  azteca, racconta che una principessa fu lasciata, dal suo sposo partito in guerra, a guardia di un immenso tesoro;

quando arrivarono i nemici la principessa si rifiutò di rivelare il nascondiglio di tale tesoro e fu per questo uccisa;

dal suo sangue nacque la pianta del cacao, i cui semi sono così amari come 

la sofferenza, ma allo stesso tempo 

forti ed eccitanti come le virtù di quella ragazza….

secondo le ricerche botaniche si giunti alla conclusione che il cacao è presente da più di 6 secoli. I primi agricoltori che iniziarono la coltivazione della pianta del cacao, solo intorno al 1000 a.C,  furono i Maya. Questo popolo associavano il cioccolato a Xochiquetzal,

la dea della fertilità.

nelle Americhe, il cioccolato veniva consumato come bevanda, chiamata xocoatl, spesso aromatizzata con vaniglia, peperoncino e pepe.

Questa bevanda era ottenuta a caldo o a freddo con l’aggiunta di acqua e eventuali altri componenti addensanti o nutrienti, quali farine, minerali e miele.

Oggi, le proprietà benefiche del cacao, ha attirata l’attenzione della comunità scientifica internazionale che hanno prodotto un infinità di ricerche, riguardo ai suo benefici, è stato studiato la relazione tra : 

Cacao e cervello 

 Uno studio pubblicato sul Journal of Cellular Biochemistry ha dimostrato che i polifenoli del cacao hanno un’azione neuro protettiva  utili per combattere le malattie neurodegenerative come l’Alzheimer.

Oltre a fornire un’elevata quantità di energia, questo alimento è ricco di sostanze con proprietà benefiche per il nostro organismo come la caffeina, la serotonina, la feniletilamina e la tiramina.

Cacao e Pelle 

Vari studi hanno dimostrato che il consumo regolare di un cioccolato conferisce un significativo contributo fotoprotettivo  pertanto risulta molto efficace per  proteggere  la nostra pelle dagli effetti dannosi UV. 

La polvere di cacao contiene :

il magnesio, presente in alte quantità,

il ferro,

lo zinco,

il fosforo,

il potassio,

il calcio e molti altri minerali.

tutte queste proprietà hanno fatto si che nei più prestigiosi, stabilimenti termali e centri benessere effettuano massaggi e  bagni al cioccolato, trovo la sua elezione per

la cura di stress,

ansia,

depressione,

ritenzione idrica,

cellulite 

smagliature.

La presenza di numerosi principi attivi e grassi naturali rende il cioccolato particolarmente nutriente per la pelle, cui ridona un’idratazione ottimale. 

………………  e a Casa, ecco una ricetta 

1 kg di sale rosa sottile 

olio extra vergine d’oliva Bio

2 cucchiai abbondanti di cacao in polvere amaro, non trattato

1  tazza di cioccolata fatta con acqua e lo stesso cacao

bagnoschiuma al latte d’asina o yogurt, ecobio.

Preparazione 

Mescolate in una tazza 500 g di sale e ricopritelo d’olio quanto basta ad ottenere un impasto cremoso, che dovrete usare come peeling.

Preparate una tazza abbondante di cioccolata ( non da bere)

Riempite la vasca con il sale rimanente e climatizzate la vostra stanza da bagno.

Aggiungete al composto sale/olio due cucchiai di cacao amaro, ed utilizzatelo su tutto il corpo e viso come peeling, massaggiando delicatamente nelle zone che volete esfoliare ed energizzare 

Versate la tazza di cioccolata nell’acqua del bagno insieme ad un pò di bagnoschiuma allo yogurt o latte d’asina 

Rilassatevi per un tempo che ritenute sufficiente,  dopo esservi risciacquati. 

insomma 
una vera coccola d’amore

non dimentichiamo che la  Feniletilamina contenuta nel cacao è  denominato  

“ormone dell’amore”

Cacao e apparato Cardiovascolare

Il cacao contiene più antiossidanti fenolici rispetto maggior parte dei cibi :

catechina,

epicatechina,

Cesare Sirtori, Professore di Farmacologia Clinica presso l’Università degli Studi di Milano, ha dichiarato che questo flavonoide,  ha proprietà vasodilatatorie e ipotensive, cioè, è in grado di abbassare la pressione.

e procianidine 

La struttura triciclico dei flavonoidi determina effetti antiossidanti 

Il contenuto epicatechina del cacao è il principale responsabile per il benessere e la Salute del endotelio vascolare.

Altri effetti cardiovascolari sono mediati attraverso effetti anti-infiammatori di polifenoli del cacao, e modulati attraverso l’attività di NF-kB.

Effetti antiossidanti del cacao possono influenzare direttamente l’insulino-resistenza e, di conseguenza, ridurre il rischio di diabete.

Ed ancora , il cacao in grado 

di proteggere i nervi da un infortunio e l’infiammazione,

avere effetti benefici sulla sazietà,

la funzione cognitiva,

e l’umore.

La ricerca fino ad oggi suggerisce che i benefici di cacao extra fondente, consumato moderatamente è un ottimo alimento per la nostra

Salute

proprio per il potere salubre in antichità il attibuito dell’albero di cacao fu   Theobroma cacao  che letteralmente significa

Cibo degli Dei 

dal greco  theos, “dio” e bróma , “cibo”

 Ps

il presente articolo vuole essere solo a scopo informativo non sostituisce ne annulla atto medico.

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 10 dicembre 2015 in Alimentazione Salutogenica, Blog

 

Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Le idee migliori non vengono dalla ragione, ma ………..

 

             

La follia appare al pubblico e le persone cambiano espressione. Sono stupefatte, e, l’ attenzione è più attirata dalla follia che dalle sapienti parole degli oratori

La follia spiega che le sue parole necessitano di un orecchio simile a quello che si porge ai ciarlatani, ai buffoni di piazza. 

Essa spiega che imiterà gli antichi i quali per evitare l’appellativo di sapienti, preferivano essere chiamati sofisti e comunica alla gente che ascolterà il suo elogio.

La follia, considera,  più modesto descriversi da sé, che pagare gli adulatori per farsi lodare, come erano soliti fare i grandi sapienti:

“chi non trova un altro che lo lodi, fa bene a lodarsi da sé ”

 

La follia è figlia di Pluto, il dio della ricchezza e di Neotete, la dea della giovinezza e non fu generata dal matrimonio, ma da un dolce amplesso d’amore.

 

La follia nacque a  Delo, dove non esiste

la vecchiaia,

né la fatica,

né la malattia

                       la follia……. non fu allattata dalla madre, ma da Ebbrezza, figlia di Bacco e Apedia, l’ignoranza figlia di Pan.

 

La vita, bella e preziosa è frutto della follia, ….. nessuna donna priva di follia e consapevole dei dolori del parto,  si sposerebbe.

Gli stoici sembrano non apprezzare il piacere, ma in realtà dissimulano, perché in questo modo godono di più.

Colui che ha appreso completamente il valore della follia è Sofocle:

Dolcissima è la vita nella completa assenza di senno 

 

Forse i bambini sono così adorati perché sono folli e cominciano ad abbandonare la follia man mano che crescono.

Forse non sono i vecchi simili ai bambini ?

….  che sono condotti dalla follia al fiume della dimenticanza, ove diventano di nuovo bambini

 

Gli anziani e i bambini,  non avrebbero alcuna differenza

se non fosse per le rughe,

la bocca sdentata

e tutti gli altri segni dell’età.

 

Se tutti gli uomini seguissero la follia, resterebbero giovani e felici per sempre, evitando ogni tipo di preoccupazione che li induce precocemente alla vecchiaia:

 

“  la follia restituisce a ciascuno il periodo più bello e spensierato dell’esistenza  ” 

La Natura, madre dell’uomo, sparse la follia un po’ dappertutto.

 

Giove infuse nell’uomo più passione che ragione,

a quest’ultima è riservata solo la testa,

mentre il resto del corpo è sottoposto alle passioni. 

 

Poi siccome l’uomo era troppo malinconico e mancava in lui un pizzico di senno, Giove,consigliato dalla follia gli affiancò la donna:

simbolo di bellezza, fortuna ed eterna giovinezza.

 

Gli uomini non sempre preferiscono la donna, ma capita che si dedicano al bere, che,senza la follia di buffoni , giocolieri e buoni amici non è piacevole.

 

Quindi la follia è ciò da cui derivano tutte le cose piacevoli:

l’amore,

la donna,

l’amicizia

e ……….

sono proprio le cose ridicole della follia che costituiscono il fondamento di una società che vive con gioia.

 

Anche la durata di un matrimonio dipende dalla follia:

un vincolo in cui manca lo scherzo dura poco.

Nessuna società, senza la presenza del dolce miele della follia,

dura felicemente in eterno,

perché ogni rapporto diventa monotono e

il marito si stancherebbe della moglie,

lo scolaro della maestra,

l’amico dell’altro amico.

 

Nessuna persona che è scontenta di sé ….   ed è accidiosa con gli altri …..  può costruire relazioni durature:

solo con la follia si può assaporare il profumo della vita !

Attraverso la follia, la vergogna e la paura di affrontare le situazioni, si dissolvono e l’uomo diventa capace di osare.

 

Bisogna provare tutto e trarne da ogni esperienza un qualcosa di positivo:

ad esempio nella morte può essere vista la vita e viceversa.

Gli infelici sono coloro che si avvicinano di più alla sapienza,

invece

gli uomini felici sono proprio quelli che dimenticano i malanni dandosi all’ignoranza e alla spensieratezza.

In questo modo nessuno vuole morire

Un esempio sono i vecchi che si tingono i capelli e vogliono sembrare sempre giovani,

o le vecchie decrepite che nonostante tutti gli acciacchi si sentono forti e belle:

 

è meglio trascorrere nella follia una vita colma di dolcezza

cercando una trave a cui impiccarsi?

 

Essere uomo significa essere in armonia con la natura ! 

 

I folli non sono in balia

della vergogna,

del timore,

dell’ invidia,

dell’amore,

per questo sono felici…….

 

Non a caso i grandi re, preferiscono la compagnia dei folli burloni ai sapienti; i primi dicono sinceramente tutto ciò che hanno nel cuore, mentre i saggi dissimulano.

 

Esistono due tipi di follia,

una è negativa, ( thanatos) perché infonde negli uomini desideri orribili, 

mentre  l’altra

è positiva ( Eros ) e si manifesta tutte le volte, che,  una dolce illusione libera l’anima dall’ansia e la colma di piacevoli sensazioni. 

 

Le idee migliori non vengono dalla ragione, ma da una lucida, visionaria follia

 Erasmo da Rotterdam,  1501

  1501 ….1997 =  Cinque secoli 

 

A tutti i folli.

I solitari.

I ribelli.

Quelli che non si adattano.

Quelli che non ci stanno.

Quelli che sembrano sempre fuori luogo.

Quelli che vedono le cose in modo differente.

Quelli che non si adattano alle regole.

E non hanno rispetto per lo status quo.

Potete essere d’accordo con loro o non essere d’accordo.

Li potete glorificare o diffamare.

L’unica cosa che non potete fare è ignorarli.

Perché cambiano le cose.

Spingono la razza umana in avanti.

E mentre qualcuno li considera dei folli, noi in loro vediamo del genio.

Perché le persone che sono abbastanza folli da pensare di poter cambiare il mondo, sono coloro che lo cambiano davvero.

Steve Jobs, 1997

 
 
Lascia un commento

Pubblicato da su 3 dicembre 2015 in Blog, GUIDA TE STESSO

 

Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

il più Prodigioso Farmaco Naturale

 

               Le prime testimonianze dell’utilizzo da parte dell’uomo sono databili a circa 10 mila anni fa.

Si tratta di quel che è da sempre chiamato  ” Nettare degli Dei “

Il Miele

 

               Al miele è stato da sempre attribuito un valore sacro e un’origine divina, come ne  testimoniano i miti, per citarne qualcuno il mito 

 – di Dioniso allevato dal miele da una ninfa e di Aristeo, figlio di Apollo e della ninfa Cirene, che insegnò agli uomini l’arte dell’apicoltura.

– di Zeus nutrito dal latte della capra Amaltea e di miele dalle figlie di Melisseo, 

Il miele era anche simbolo di rigenerazione dopo la morte, ed era usato nei culti funerari ad  Atene fin dal  V secolo avanti Cristo.

 

 Aristotele…. Varrone….. Plinio…. tutti hanno decantato le virtù del miele

Gli usi del miele nell’ antichità  era  diversi, tant è che  veniva utilizzato

 come dolcificante, ed,  era presente sia sulle tavole dei poveri che dei ricchi,

come condimento, 

nel confezionamento di piatti di pesce e di legumi, di confetture di frutta e sciroppi, di focacce

anche  come conservante era utilizzato con frutti come mele, cotogne, e pere.

Dalla sua fermentazione veniva prodotto l’ idromele , molto popolare nel Medioevo.

 

Il Miele insieme al latte, costituiva un alimento dato ai bambini delle fasce sociali più alte, spesso anche per calmare i pianti; 

oggi, dall’Università Neozalendese di Waikato, arriva la conferma anche scientifica che il

Il Miele è un ottimo ansiolitico 

  

 grazie alle sue eccezionali proprietà antiossidanti, è in grado di tenere l’ansia sotto controllo e anche di rallentare il processo di invecchiamento.
La  scoperta arriva dopo dodici mesi di osservazione di tre gruppi di topolini, ognuno dei quali portato a seguire una dieta diversa, rispettivamente a base di miele, saccarosio e niente zucchero del tutto.
Gli studiosi hanno registrato il comportamento assunto dai diversi gruppi di roditori all’interno di un piccolo labirinto.
Lo studio ha così evidenziato che i topolini nutriti a miele trascorrevano nelle parti più esposte del labirinto quasi il doppio del tempo rispetto agli altri, manifestando un basso livello ansiogeno.

Non solo; questi topi infatti si sono dimostrati in grado di ispezionare nuove zone dell’ambiente, mostrando di essere perfettamente in grado di ritornare sulle proprie tracce, grazie a un più sviluppato senso dell’orientamento.

Da qui hanno preso dunque spunto gli approfondimenti sulle virtù placa-ansia del miele, portando a risultati di tutto interesse.

Nicola Starkey, sostiene che

  “le diete arricchite di miele possono essere benefiche nel ridurre l’ansia e nel migliorare le capacità mnemoniche, a rischio durante l’invecchiamento”.

 

dalla medicina popolare,  eccovi la  ” cura del miele ” che può essere fatta da tutti ed in special modo dalle persone adulte, che soffrono di disturbi nervosi di origine varia.

La medicina popolare ne garantisce i  risultati, specie se viene ripetuta, ( con un intervallo di due o tre settimane, tra un ciclo e l’altro) rispettando le norme dietetiche.

In  realtà è una terapia disintossicante a carattere generale, ciclica, della durata di 10 settimane.

Durante la cura non si deve

ne  fumare,

né bere bevande alcoliche, birra, coca cola, soda, bibite gassate, vino nuovo,

Mangiare poca carne (carne di maiale, niente, né grassi di maiale),

abbondante verdura fresca,

niente aceto,

né sottaceti;  

utilizzare  sale marino.

 

” Cura del Miele “

comprate

 50 gr. di camomilla fiori,

 50 gr. di achillea;

miscelate assieme le due erbe medicinali, conservandole in un vasetto di vetro, chiuso;

 fate bollire un quarto e mezzo d’acqua, spegnete, aggiungete un cucchiaino abbondante, più un cucchiaino rasato, della miscela di erbe;

filtrate dopo 5 minuti; tenerla in un termos

alla tisana di un quarto e mezzo, così preparata, dovete aggiungere,ogni giorno,una piccola quantità di miele, che varia ogni settimana, secondo lo schema seguente:

1^ settimana: mezzo cucchiaino di miele, vale a dire un cucchiaino rasato;

2^ settimana: un cucchiaino abbondante di miele;

3^ settimana: un cucchiaino abbondante di miele, più uno rasato;

4^ 5^ 6^ 7^ settimana: due cucchiaini di miele;

8^ settimana: un cucchiaino abbondante, ed uno rasato;

9^ settimana: un cucchiaino di miele;

10^ settimana: un cucchiaino rasato.

Il miele va aggiunto a tisana tiepida, bisogna berla in questo modo :

mezzo quarto :

mezz’ora prima di colazione

mezz’ora prima di pranzo

mezz’ora prima di cena

Altri sudi confermano che il miele 

è un ottimo cardiotonico, infatti  è molto utile al cuore in quanto lo tiene

in buona forma,

lo aiuta a superare stati di malattia.

Una nota molto importante,  che il miele deve essere assunto sempre e soltanto sciolto in acqua bollita, e fatta raffreddare affinché non perda le sue proprietà farmacologiche, in questo modo può essere assunto anche da chi ha valori di glicemia fino a 200, anzi con il tempo produrrà effetti benefici, in quanto stimola l’attività insulinica delle isole pancreatiche del Langerhans, ( per i diabetici non più di due cucchiaini al giorno)

ed ancora è utile nelle :

Nevrosi cardiache,

cardiopalmo di natura psicosomatica,

palpitazioni ansiogene.

 

Nb :

presenti suggerimenti non sostituisco ne annullano atto medico

 
2 commenti

Pubblicato da su 22 ottobre 2015 in Alimentazione Salutogenica, Blog

 

Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Aprile ! il mese della Ri-nascita ….. Ri-generazione …… Rin-giovanimento

noci-antiossidanti

Aprile dolce Dormire

L’adagio si riferisce al fatto che, in questo mese primaverile, si comincia ad assaporare un tepore così piacevole che induce maggiormente al relax e al sonno.

Lo stesso termine “Aprile” viene da “aperit”, che in latino significa

“aprire, far sbocciare”.

Gli ultimi studi in materia, hanno evidenziato che in questo periodo,  il nostro cervello effettua una sorta di cambio di stagione ovvero attiva un programma De-tossinante 

In questo modo le energie si rinnovano ed è proprio questo a provocare una sonnolenza che a sera, si trasforma in un piacevole sonno.

Il cervello facendo il suo lavoro ci lascia in pace, rinviando ad altri momenti dell’anno ansie e paure……

…. solo se ci opponiamo alla Ri-nascita, all’unisono con la natura, all’infuori di noi, si presentono le ansie da cambio di stagione.

Come fare ?

Cosa Mangiare ?

Sempre dalla Natura arriva un aiuto Straordinario !

 

La vitamina B7 detta anche Inositolo, presente in 

  1. cereali integrali

  2. agrumi

  3. torlo d’uovo

  4. noci

detta vitamina favorisce il  ” respiro cellulare ” , il beneficio che traiamo da questa processo è :

  1.  aumenta il livello energetico  

  2. previene nervosismi e depressioni primaverili

  3. migliora il metabolismo del colesterolo, poichè stimola la produzione di lecitina nell’organismo, l’azione di quest’ultima è risaputa che ripulisce l’arterie dai depositi di grasso veicolandoli al fegato per poi essere eliminati attraverso la bile

  4. promuove la crescita dei capelli 

  5. utile in caso di infiammazione della pelle

 

   La chicca Alimentare ……. ars culinaria 

Non  solo Sano ….. anche Buono ! 

Pasta integrale di Farro con pesto di asparagi e crumble di noci 

 

 

classico mono piatto che associato ad un antipasto di cruditè, completa il pranzo

pesto

Ingredienti  per 1 Porzione

60 gr. di pasta

20 punte di asparagi 

4 noci

1 cucchiao di parmigiano

Buon appetito !

edito da  Lidia e Rosaria Fontanella

clicca qui

Rosaria Fontanella – Alimentazione Salutogenica

 
 

Tag: , , , , , , , , , , , , , , , ,

La Salute un’arte antica ! ecco il perché del ” Conosci te stesso e crea il tuo Futuro “

talento, antica moneta.

talento, antica moneta

a mio padre devo la vita ……. al  mio maestro una Vita che vale la pena di essere Vissuta….

ecco cosa scriveva fra il  330 e il 340 a.c. Alessandro il Magnifico, allievo di Aristotele

 La  Salute la costruisci incessantemente tutti i giorni attraverso la conoscenza e la consapevolezza del tuo modo di pensare, delle tue azioni e delle tue emozioni, questa, è la più antica delle arti.

Questi tre aspetti sono uni e trino, unici e contemporanei, la  in-consapevolezza e la poca conoscenza di te stesso ti porta al  Malessere Esistenziale.

Il Mal d’Essere può manifestarsi

  •  attraverso uno stato emotivo come ansia, attacchi di panico, depressione che non necessariamente hanno un entità patologica ma, quasi sempre, fisiologica;

  •  con disturbi fisici funzionali come ad esempio gastrite, tachicardia, colon irritabile, colite, tiroidite, otite, acne, rosacea e tante tante  altre;

  • con una scarsa stima di Sè, che porta dall’inazione al senso d’inadeguatezza con conseguenze deficitarie in diversi ambiti della propria esistenza, che può variare dalle relazioni sociali a quelle di coppia. La disistima personale molto spesso non ti permette di valutare il tuo talento e le tue qualità,  così non ti permette di avere la vita lavorativa e finanziaria, che vuoi, e, che meriti. 

    Altrettanti  effetti negativi si manifestano, anche,  quando si ha una sovrastima di Sè, chi si sovrastima  risulta poco empatico, estremamente critico, ostile ed aggressivo, queste ed altre caratteristiche li espongono a molti rischi sociali, personali e di Salute. Nel primo caso si è a rischio depressione, nel secondo si rischino tutte la patologie legato allo Stress.    

Passano i secoli, eppure  l’essere umano continua ad amarS i poco, e, a cercare all’esterno da Sè colpe e colpevoli.

Se  Vuoi restare in Salute, avere una vita Felice ed appagante è necessario che impari a Conoscere te stesso …. 

Ecco cosa affermavano, già nel medioevo Ippocrate, Socrate ,Galeno ……

Ippocrate, il padre della medicina, affermava, nel IV secolo a.C., che tutte le funzioni organiche sono influenzate dalle passioni.

«Una buona disposizione spirituale garantisce la bontà della prognosi»,

 nel trattato su le Epidemie affermava che

«se l’anima si ammala essa consuma il corpo».

Secondo Ippocrate, le emozioni possono alterare gli equilibri fisiologici del corpo ed indurre patologie, in quanto «gli organi ubbidiscono ai sentimenti»

per Socrate,  il bene per l’uomo è ciò che fa sì, che, egli diventi quello che la sua natura più profonda esige.

Se io rifletto, potrò giungere a scoprirlo, per cui è proprio il sapere, la conoscenza, che permette all’uomo di conoscere se stesso e quindi di conoscere qual è il modo più adatto per vivere felice.

La vera felicità, alla quale si riferisce Socrate è quella duratura !

 ” Ti avverto, chiunque tu sia.

Oh tu che desideri sondare gli Arcani della Natura,

se non riuscirai a trovare dentro te stesso ciò che cerchi

non potrai trovarlo nemmeno fuori.

Se ignori le meraviglie della tua casa,

come pretendi di trovare altre meraviglie?

In te si trova occulto il Tesoro degli Dei.

Oh ! Uomo conosci te stesso e conoscerai l’Universo e gli Dei “

 (Oracolo di Delfi)

Galeno , nel secondo secolo dopo Cristo, aveva notato la correlazione tra malattia e profilo emotivo, rilevando una maggiore incidenza di tumori in donne affette da melanconia rispetto a quelle «sanguigne». Ciò lo portava a postulare una dottrina della specificità, secondo la quale specifici tipi di personalità sono correlati a specifiche predisposizioni a certe malattie. 

Riflessioni :

 Galeno affermava,  già nel Medioevo, che c’era una relazione stretta tra Melanconia e tumori !

In tempi recenti  è stato scritto un libro

Vorrei averlo fatto “I 5 rimpianti delle persone sul letto di morte” di Bronnie Ware, una signora che voleva condividere con il mondo ciò che ha imparato sulla vita, lavorando per molti anni come infermiera nel settore delle cure palliative, cioè le cure che si occupano in maniera attiva e totale dei pazienti colpiti da una malattia che non risponde più a trattamenti specifici e la cui diretta conseguenza è la morte. Questa signora ha assistito moltissime persone negli ultimi 3 mesi delle loro vite e ha potuto imparare moltissimo da loro.

Chiedendo loro cosa rimpiangessero di più o cosa avrebbero fatto diversamente, Bronnie ha notato che ci sono 5 rimpianti che la maggior parte delle persone condividevano maggiormente, ma, ce ne è uno comune, proprio,  a tutti :

Vorrei aver avuto il coraggio di vivere una vita fedele ai miei principi e non quella che gli altri si aspettavano da me 

Molti non si rendono conto, finché non è tardi, che la Salute  è una scelta. Sono rimasti bloccati nelle loro abitudini e nella routine. Il cosiddetto ‘comfort’ di familiarità si è espanso anche alle loro emozioni, perfino ad un livello fisico.

La paura del cambiamento li fa fingere con gli  altri e mentire a se stessi, convincendosi di essere contenti, quando nel profondo,  non desideravano che ridere a crepapelle e un po’ di infantilità nella loro vita. “

Conoscersi e AmarSi, per restare in Salute,  forse è un ideale molto alto, che,   è accessibile soltanto a pochi ?

Tu Cosa ne Pensi ?

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 4 dicembre 2014 in Blog

 

Tag: , , , , , , , , , , ,

Tra Sogno e Salute

4080388520_815e3374b6_b

Se sei un sognatore ecco i benefici che otterrai  ……

quando sogni un nuovo amore, un nuovo lavoro, di viaggiare …. qualsiasi sia il tuo sogno,  ti si attivano all’unisono le aree celebrali deputate all’emozioni e al ragionamento razionale,  nell’attivarsi ti  sentirai pieno di entusiasmo  e aperto al mondo e alla vita, inoltre ti sarà più facile trovare creativamente le soluzioni per come realizzare il tuo sogno.

ed ancora ……

avrai un’adeguata produzione delle sostanze del benessere : Serotonina, detto anche ormone della Felicità , noradrenalina e dopamina.

La serotonina previene e riporta in equilibrio i tuoi stati d’ansia, regola la respirazione, il ritmo cardiaco, le tensioni muscolari, insonnia, ecc.

  1. Ricapitoliamo i benefici di chi Sogna ad occhi aperti :

  2. Entusiasmo

  3. Vitalità

  4. Serotonina naturalmente prodotta dal tuo corpo

  5. Benessere fisico generale

 

 

Fai questo esercizio per capire se il Sogno che hai nel cassetto è quello giusto 

 Ti crea Ansia al solo pensiero 

Ti richiede uno sforzo innaturale

Non ti dà serenità

Una volta raggiunto ti darà un piacere solo momentaneo

 se così fosse o non è il tuo Sogno ma quello di qualcun altro o lo hai confuso con un ideale collettivo. 🙂

 

 

 

 

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 23 settembre 2014 in Blog

 

Tag: , , , , , , , , , , , , , ,

Gli Italiani non lo fanno più …. TU SOGNI ancora ?


Due Italiani su tre crede che i sogni sono per gli Idealisti !

il sondaggio rivela che il 69% degli intervistati ritengono che i sogni sono inutili o hanno poco importanza. 

Generalmente questa affermazione cela frustrazione, in quanto, essi sostengono che i sognatori sono solo idealisti senza obbiettivi concreti. La concretezza che loro indicano è spesso legata a l’acquisto di abiti costosi, bella macchina …. casa, o , una vincita.

Tutti possibilità che lasciano al fato, senza progettualità e senza alcun impegno e coinvolgimento personale.  

Sempre dal sondaggio emerge che chi rinuncia a sognare sembra perdersi nella routine quotidiana, senza  uno scopo da raggiungere, impegnati in una vita assente di significato quello che Antonovsky definisce con il termine ” sense of Meaningfulness “.

 

Il Sense of Meaningfulness diventa un vero è proprio scudo per ansia panico e depressione, per ciò che riguarda la nostra mente e la nostra anima, lo stesso favorirà specialmete l’apparato gastro enterico, sognare favorisce la digestione, previene il colon irritabile, gastrite, colite, fino anche alle ulcere.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 22 settembre 2014 in Blog

 

Tag: , , , , , , , , , , , , , ,

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: