RSS

Archivi tag: azione

Per guarire bisogna cambiare punto di vista riguardo a se stessi.

c1cc21ac5b2242769fb270d598861109

 

Dietro ogni malattia c’è il divieto di fare qualcosa che desideriamo oppure l’ordine di fare qualcosa che non desideriamo.

Ogni cura esige la disobbedienza a questo divieto o a quest’ordine

E per disobbedire è necessario abbandonare la paura infantile di non essere amati; vale a dire di 

 

essere abbandonati.

 

Questa paura provoca una mancanza di coscienza: non ci si rende conto di quello che si è davvero, cercando di essere quello che gli altri si aspettano che noi siamo.

Se si persiste in questa attitudine, si trasforma la propria bellezza interiore in malattia.

La salute si trova solo nell’autentico,

non c’è bellezza senza autenticità,

ma per arrivare a quello che siamo davvero 

dobbiamo eliminare quello che non siamo. 

Essere quello che si è: questa è la felicità più grande.

Insieme ai propri ordini o divieti, i genitori imprimono delle parole nella memoria dei loro 

figli che più tardi agiscono come predizioni; il cervello ha la tendenza a realizzarle.

Per esempio:

“Se ti accarezzi il sesso, quando sarai grande diventerai una prostituta”,

“Se non fai lo stesso lavoro di 

tuo padre e di tuo nonno morirai di fame”,

“Se non sei obbediente, quando sarai grande ti 

metteranno in prigione”… 

 

Queste predizioni, arrivando all’età adulta, si convertono in una minaccia angosciante.

Il miglior modo di liberarsene è quello di realizzarle in forma metaforica: 

invece di ridurre la minaccia, bisogna abbandonarsi ad essa.

La famiglia, in complicità con la società e la cultura, ci crea innumerevoli abitudini:

 

mangiamo un certo tipo di cibi,

abbiamo un numero limitato di precetti,

idee,

sentimenti,

gesti ed azioni.

Ci circondano le stesse cose. 

 

Per guarire bisogna cambiare punto di vista riguardo a se stessi. 

 

L’Io che patisce la malattia è più piccolo d’età rispetto a noi: è una costruzione mentale preda del passato. 

Quando ci liberiamo dal circolo vizioso delle nostre abitudini, scopriamo una personalità più autentica e, per ciò stesso, sana.

Quando emerge un impulso dall’inconscio,  possiamo liberarci di esso solo realizzandolo.

Per questo è necessario agire,

non di parlare soltanto. 

Alejandro J.

 
 

Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

…….. tutta la Natura è un cerchio di alterne condizioni e io sono parte della Natura

 

la marea avanza, la marea si ritira

l’inverno se ne va e l’estate viene

l’ estate svanisce  e il freddo aumenta

Il sole sorge; il sole tramonta

La luna è piena; la luna è scura.

Gli uccelli arrivano; gli uccelli partono.

I fiori sbocciano; i fiori appassiscono.

I semi vengono seminati; le messi vengono raccolte.

 

Tutta la natura è un cerchio di alterne condizioni e io sono parte della natura;

 

e così come le maree, il mio umore si innalza, il mio umore si abbassa.

 

Oggi sarò padrone delle mie emozioni

 

E’ uno dei piccoli segreti della Natura e pochi lo conoscono:

ogni giorno ci si risveglia con uno stato d’animo diverso da quello di ieri.

La gioia di ieri diventerà la tristezza di oggi; e tuttavia la tristezza di oggi si trasformerà nella gioia di domani.

Dentro di me c’è una ruota che gira costantemente fra tristezza e gioia, fra euforia e depressione, fra felicità e malinconia.

Simile ai fiori, il pieno sbocciare della gioia di oggi languirà e appassirà nello sconforto, ma io ricorderò che come il fiore avvizzito di oggi porta il seme della fioritura di domani, così anche la tristezza di oggi porta il seme della gioia di domani.

 

Oggi sarò padrone delle mie emozioni.

 

E come padroneggerò le emozioni in modo che ogni giorno possa essere fecondo ?

Poiché se il mio umore non è buono, la mia giornata sarà un insuccesso.

Il prosperare di alberi e piante dipende dal clima, ma sono io stesso a fare in me il bello e il cattivo tempo.

Si, io porto il mio clima con me.

 

Se porto pioggia e tristezza e depressione e pessimismo ai miei amici, parenti, clienti …. essi  …. reagiranno con pioggia e tristezza e depressione e pessimismo  …….

Se porto gioia e entusiasmo e allegria e sorrisi ai tutti,  tutti risponderanno con gioia e entusiasmo e allegria,  sorrisi e il mio clima produrrà per me un  immenso infinito benessere

 

Oggi sarò padrone delle mie emozioni

 

E come padroneggerò le mie emozioni in modo che ogni giorno sia un giorno felice e fecondo ?

Imparerò questo antico segreto :

Debole è colui che permette ai suoi pensieri di controllare le sue azioni; forte è colui che costringe le sue azioni a controllare i suoi pensieri.

Ogni giorno, al risveglio, seguirò questo piano di battaglia prima di essere catturato dalle forze della tristezza, dell’autocommiserazione e della frustrazione.

 

Se mi sento depresso canterò

se mi sento triste riderò

se mi sento debole raddoppierò il lavoro

se mi sento timoroso mi lascerò avanti

se mi sento inferiore indosserò abiti nuovi

se mi sento insicuro alzerò la voce

se mi sento povero penserò alla ricchezza futura

se mi sento incapace ricorderò i successi ottenuti

se mi sento insignificante ricorderò le mie mete

Oggi sarò padrone delle mie emozioni.

 

D’ora innanzi saprò che soltanto chi possiede scarse capacità può esser sempre soddisfatto di Sé, è io non sono un incapace.

Ci saranno giorni in cui dovrò costantemente lottare contro forze che vorrebbero abbattermi.

Forze come disperazione e tristezza sono facili da riconoscere,

ma ne esistono altre  che si avvicinano con un sorriso e tendono una mano amica, e anch’ esse possono distruggermi.

anche contro di esse non devo mai abbassare la guardia.

 

Se divento troppo sicuro di me ricorderò i miei insuccessi

 

Se eccedo nell’indulgenza penserò alla fame patita

e mi crogiolo nel compiacimento ricorderò le competizioni passate

 

Se assaporo momenti di grandezza ricorderò momenti di umiliazione

 

Se mi sento onnipotente proverò a fermare il vento

Se ottengo una grande ricchezza mi ricorderò di chi soffre la fame

Se mi sento gonfio d’orgoglio ricorderò un momento di debolezza

Se ritengo la mia abilità impareggiabile guarderò le stelle

 

Oggi sarò padrone delle mie emozioni.

 

E con questa nuova  conoscenza riuscirò anche a capire e riconoscere gli stati d’animo di colui al quale mi rivolgo.

Sarò indulgente verso la sua collera e la sua irritazione,  poiché so che non conosce il segreto per controllare la sua mente.

Posso sopportare le sue frecciate e i suoi insulti perché so che domani cambierà, e sarà una gioia avvicinarlo.

Non giudicherò più un uomo al primo incontro;

D’ora in poi riconoscerò e identificherò i misteri degli  umori dell’umanità, ed i miei.

Da questo momento padroneggerò i miei stati d’animo per mezzo di azioni positive e dominando i miei stati  d’animo, controllerò il mio destino !

 

Diventerò padrone di me stesso

Diventerò grande !

rivista e  rivisitata da Og mandino; LF
 
Lascia un commento

Pubblicato da su 22 dicembre 2015 in Blog, GUIDA TE STESSO

 

Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: