RSS

Archivi tag: ansia

…. ogni essere umano ha il diritto di perseguire la gioia …

deserto1

 Gli uomini sono tutti diversi.

E devono fare il possibile per continuare a esserlo.
 

A ogni essere umano sono stato concessi due tipi di comportamento

l’azione e la contemplazione.

Entrambi conducono alla stessa meta.

 

 A ogni essere umano sono state concesse due proprietà

il potere e il dono.

 

Il potere porta l’uomo all’incontro con il proprio destino;

il dono lo obbliga a condividere con gli altri ciò che di meglio

ha dentro di sé.

 A ogni essere umano è stata donata una grande virtù:

la capacità di scegliere.

 

Chi non la utilizza, la trasforma in una maledizione ….

e altri

sceglieranno per lui.

Ogni essere umano ha diritto a due benedizioni 

quella di essere nel giusto

e

quella di sbagliare.

 

La seconda prevede sempre un apprendistato che lo condurrà

sulla strada giusta.

 

Ogni essere umano possiede un proprio codice sessuale e deve praticarlo senza sentirsi in colpa, purché non obblighi altri ad attuarlo insieme a lui.

 

Ogni essere umano ha una leggenda personale da compiere,

e questa è

la ragione della sua esistenza nel mondo.

 

La leggenda personale si manifesta nell’entusiasmo per il proprio compito.

Una postilla.

Si può abbandonare la propria leggenda per un certo tempo, purché non la si dimentichi e ci si prodighi affinché riassuma il proprio ruolo appena possibile.

 

Ogni uomo possiede una componente femminile e ogni donna ha un elemento maschile.

È necessario usare la disciplina con intuizione e l’intuizione con obbiettività.

 

Ogni essere umano deve conoscere

due linguaggi….. 

il linguaggio della società e

quello dei segnali.

Il primo

serve per comunicare con il prossimo;

il secondo,

per comprendere i messaggi di Dio.

Ogni essere umano ha il diritto di perseguire

la gioia

Per “gioia” s’intende

ciò che lo rende felice

e non necessariamente quello che fa felici gli altri.

Ogni essere umano deve mantenere viva dentro di sé la

sacra fiamma della follia.

E deve comportarsi come una persona normale.

Soltanto le seguenti mancanze sono considerate

gravi ……

non rispettare il denaro del prossimo,

lasciarsi paralizzare dalla paura,

sentirsi colpevole,

ritenere di non meritare il bene e il male che caratterizzano la vita e mostrarsi codardo.

Prima postilla.

Ameremo i nostri nemici, ma non stringeremo mai alcuna alleanza con loro.

Sono stati posti sul nostro cammino affinché saggiassimo la nostra spada e meritano il rispetto della nostra lotta.

Seconda postilla.

Avremo la facoltà di scegliere i nostri nemici.

Tutte le religioni conducono allo stesso Dio, e meritano il medesimo rispetto.

Postilla.

Nella scelta di una religione, in realtà un uomo sceglie anche una forma collettiva di adorare e condividere i misteri.

Tuttavia egli è l’unico responsabile delle proprie azioni durante il cammino e non ha alcun diritto di riversare sulla religione la responsabilità delle proprie decisioni.

 

Si decreta l’abbattimento del muro che separa il sacro dal profano d’ora in poi,

tutto è sacro

 

Tutto ciò che viene fatto nel presente riguarda

il futuro come conseguenza e

il passato come redenzione.

 

Sono revocate tutte le disposizioni contrarie.

 

 

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 7 luglio 2016 in Blog, GUIDA TE STESSO

 

Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Sogna chi sei e non avere paura di Esserlo

 

autentici

Due ragazzi,  

nati nella periferia sud di Beirut si conoscevano da quando ancora non avevano imparato a parlare.

Sin da bambini erano amici inseparabili e le loro vite scorrevano parallele come i binari di una stazione.

Il loro percorso scolastico era stato lo stesso,

sempre vicini,

fianco a fianco.

Sino a quando le rispettive famiglie dovettero trasferirsi in America per allontanarsi dalla guerra.

Uno dei due amici finì sulla costa occidentale, non lontano da Los Angeles, mentre l’altro proprio vicino a New York.

Non ebbero più modo di vedersi e di sentirsi.

I contatti si persero completamente per 20 anni.

Sino a quando il ragazzo di New York, ormai quarantenne, non decise di portare la propria famiglia in vacanza in California.

Camminando vicino ad una spiaggia la moglie si fermò a vedere delle collanine fatte di conchiglie che erano in vendita su una bancarella.

Quando il marito la raggiunse un sorriso gli si stampò sulla faccia ed esclamò:

Kamal, sei proprio tu?

 Bashir, fratello mio, che bello incontrarti.

Kamal era proprio il signore della bancarella.

I due si abbracciarono a lungo e si tastarono le spalle e le braccia, come per essere sicuri che l’amico stesse bene davvero.

I due passarono insieme tutto il pomeriggio a ricordare i giorni passati insieme a giocare ed a studiare.

Verso sera Bashir chiese a Kamal di raccontargli quella parte della sua vita che aveva vissuto lontano da lui

e così Kamal si mise a raccontare:

Sai, quando sono arrivato in America mi sono iscritto all’università, però avevo enormi difficoltà con la lingua che non conoscevo in maniera così approfondita da poter affrontare gli esami con successo.

Dopo un anno decisi che quella strada non era quella giusta per me, così mi misi a lavorare come fattorino per una piccola casa di consegne, qui a Los Angeles.

Dopo qualche periodo mi chiesero se avessi voluto provare a fare il commerciale per loro, piuttosto che il semplice fattorino, ma pensai che non fosse la strada giusta per me, così decisi di cambiare lavoro.

Con i pochi soldi che ero riuscito a mettere da parte cominciai a compare magliette stampate con slogan per turisti ed a venderle sulla spiaggia.

Guadagnavo bene però stare tutto il giorno sotto al sole non era proprio quello che avevo pensato per me e per il mio futuro, così mollai tutto e decisi di fare il pescatore.

Non era male, sai, stare al contatto con il mare, con la natura, ma di questi tempi o fai un mutuo e ti compri una barca tutta tua oppure conviene mettersi a fare altro, così ho aperto questa bancarella sulla spiaggia di collane.

Ma tu, invece, cosa hai fatto della tua vita.

 Sai, quando sono arrivato in America mi sono iscritto anche io all’Università e, visto che avevo moltissimi problemi con l’inglese, ho cercato dei corsi serali per stranieri.

In questo modo e studiando anche di notte, sono riuscito a laurearmi un anno prima del tempo previsto.

Per questo motivo ho ricevuto molte offerte di lavoro presso alcune aziende che volevano che lavorassi per loro.

Ho scelto la società che poteva offrirmi un lavoro solo per mezza giornata perché avevo deciso di prendere una seconda laurea.

Non ti nascondo che sono stati periodi durissimi

durante i quali non avevo molto tempo per me stesso e più volte ero sul punto di desistere,

tuttavia

ho perseverato

pensando che molti prima di me avevano

fatto gli stessi sacrifici

 

ed erano arrivati al loro obbiettivo;

così sono riuscito a prendere una seconda laurea e la società per la quale lavoravo part-time mi chiese di assumermi a tempo pieno.

Colsi subito l’opportunità e nel frattempo, presi anche una terza laurea con appena altri sei esami rispetto a quelli che avevo già dato.

In questo momento sono diventato socio dell’azienda per la quale lavoro e mi occupo dello sviluppo commerciale per tutto il nord america. Sono sposato ed ho tre magnifici bambini che adoro.

Mentre Bashir parlava Kamal non riusciva a credere alle sue orecchie ed il suo viso si incupiva sempre di più.

Dopo tante ore passate insieme i due si scambiarono i propri numeri di telefono,

soltanto che Kamal ne diede, per vergogna, uno sbagliato.

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 4 luglio 2016 in Blog, GUIDA TE STESSO

 

Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

……. tutto quello che Dio ti dà è per il tuo bene…….

 

saggio

C’era una volta un re, che aveva scelto come suo consigliere personale un vecchio saggio, molto saggio, che tuttavia per i suoi detrattori aveva un grosso difetto: qualunque cosa succedesse, ripeteva :

“tutto quello che Dio ti dà è  per il tuo bene…, tutto quello che Dio ti dà è per il tuo bene…”.

Il re sopportava comunque questo suo difetto, perchè dai suoi consigli e dalla sua saggezza ricavava sempre grandi vantaggi; per questo motivo, non appena il sovrano usciva dalla reggia, il vecchio saggio seguiva il re ovunque andasse, ma proprio ovunque.

 

In un giorno di gran pioggia il re si reco’ dal barbiere, e terminate le operazioni di pulizia del volto, il ragazzo di bottega comincio’ la manicure.

Mentre stava occupandosi dell’anulare della mano sinistra, vi fu un gran tuono: il ragazzo ed il re sobbalzarono, e nel trambusto, zac, al sovrano venne tagliata la falangetta!!

Strepiti,

urla di spavento e di dolore,

e la rabbia del re si abbatte’ sul malcapitato garzone:

“In prigione, disgraziato, hai mutilato il tuo re, marcirai in galera per il resto dei tuoi giorni”;

ma il vecchio saggio, rimasto imperturbabile fino a quel momento, comincio’ la sua litania:

“tutto quello che Dio ti dà è  per il tuo bene…, tutto quello che Dio ti dà è per il tuo bene…”.

il re al colmo della rabbia sbotto’ :

 Basta, mi hai proprio scocciato con queste stupidate, vecchio pazzo, mi stai prendendo in giro, mi hai sempre ingannato in tutti questi anni con queste idiozie, fila in prigione anche tu, cosi’ potrai blaterare le tue lagne fino alla fine dei tuoi giorni!!

 

Il giorno dopo il re, per smaltire un po’ di rabbia penso’ di andare a caccia: ovviamente da solo, visto che il vecchio saggio, che fino al giorno prima era la sua ombra, stava languendo nelle segrete del castello…..

Dopo aver un po’ gironzolato nella giungla, venne catturato da una setta di adoratori della dea Kali, contentissimi per aver trovato una vittima da sacrificare per la notte del plenilunio.

Il re sbraito’, minaccio’ , prego’ ma non ci fu nulla da fare:

a quella gente non importava ne’ il rango, ne’ il blasone, per loro era semplicemente un uomo da uccidere sull’altare sacro:

per cui lo vestirono con la sacra veste, lo cosparsero del sacro unguento, lo legarono sull’altare e mentre il capo stava per affondare nel suo cuore il coltello sacro, si accorse con orrore che alla vittima designata mancava un pezzettino di dito.

Voi sapete come , per essere sacrificato, un corpo deve essere perfettamente integro, pena grandi disgrazie per la comunita’ tutta, per cui i seguaci lo coprirono d’insulti e sputi e lo lasciarono nella giungla, seminudo e terrorizzato, ma vivo!

Ancora frastornato, il re si avvio’ verso il castello, e nel tragitto capi’: il vecchio saggio aveva avuto ragione, come al solito; grazie a quell’incidente dal barbiere, la sua vita era stata risparmiata; cosa importava un piccolo pezzetto di dito, se paragonato al rischio che aveva corso?

Meglio vivo senza un dito che morto integro, dopotutto!

Arrivato al castello, ando’ subito alle prigioni, libero’ il garzone e si reco’ dal vecchio saggio, che senza scomporsi meditava nella sua cella: entro’ , lo abbraccio’ e gli disse:

” Amico mio, perdonami, che cieco sono stato, mi han rapito i Thugs, mi stavano sacrificando, poi hanno visto che mi mancava un pezzo di dito, e mi hanno lasciato andare: avevi ragione tu,

” tutto quello che Dio ti da’ e’ per il tuo bene…, tutto quello che Dio ti da’ e’ per il tuo bene…,

perdonami, starai sempre al mio fianco, il mio regno ti appartiene…

Pero’, scusa un momento, ma tu, che ti ho sbattuto in prigione, umiliato e picchiato, dov’e’ il bene che Dio t’ha dato in tutto questo?”

Con serenita’ il vecchio guardo’ il suo sovrano e candidamente gli rispose:”

Vede Maesta’ se lei non m’avesse messo in prigione, io l’avrei accompagnata a caccia, come sempre, ed a me non manca alcun pezzo di dito…”

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 16 giugno 2016 in Blog

 

Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

questi sono i quattro pilastri della salute interiore…..

 

 salutem

La salute non è solo un fenomeno fisico.

Questa è solo una delle sue dimensioni,

una delle più superficiali,

perché il corpo finirà per morire  che sia sano o malato,

è solo un fatto momentaneo.

La vera salute deve accadere dentro di te,

nella tua soggettività,

nella tua consapevolezza,

perché la consapevolezza

non conosce né nascita, né morte

è eterna.
 

Avere una consapevolezza sana vuol dire

 

essere svegli,

consapevoli;

essere in armonia;

essere estatici;

essere compassionevoli.

 

 

Quando realizzi questi quattro punti,

sei sano interiormente……. e l’esteriorità è lo specchio dell’interiorità

 Meditare ….. danzare ……. cantare …….. celebrare ti renderà molto più armonioso.

Essere consapevoli e armoniosi

apre le porte all’estasi…… all’Eros…..

 

Estasi vuol dire gioia suprema

 

 Quando hai raggiunto l’estasi, quando hai conosciuto il picco supremo della gioia,

la conseguenza è la compassione.
 

Quando hai questa gioia, vuoi condividerla;

non puoi fare a meno di condividerla,

è un fatto inevitabile.

È una conseguenza logica del possederla.

………. inizia a traboccare;

tu non devi fare nulla.

Accade per suo conto.

 

Vedi di ottenerla  è un tuo diritto naturale,

 

devi solo esigerla

rivista da FL

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 14 giugno 2016 in Blog, GUIDA TE STESSO

 

Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

…….. ..su ciò che volete !

 a2da7bdfbfe449d4ac7d1a9646e033e9

Il professore d fa il suo ingresso in aula.

Il suo corso è uno dei più frequentati.

Prima che inizi la lezione c’è un gran vociare tra gli studenti che, riuniti a piccoli gruppi, parlano tra loro.

Il professore tiene in mano un bicchiere d’acqua.

Nessuno nota questo dettaglio finché il professore, sempre con il bicchiere d’acqua in mano,

inizia a girovagare tra i banchi dell’aula.

Il professore cammina, incrocia gli sguardi dei ragazzi,

ma rimane in silenzio.

Gli studenti si scambiano sguardi divertiti,

ma non sono sorpresi.

Qualcuno pensa che il gesto serva a introdurre una lezione sull’ottimismo e sul classico esempio del bicchiere

mezzo pieno o mezzo vuoto.

Il professore, invece, si ferma, e domanda ai suoi studenti:

 

     ”  Secondo voi quanto pesa questo bicchiere d’acqua ?  ”

Gli studenti sembrano un po’ spiazzati dalla domanda, ma in molti rispondono ipotizzando un peso compreso tra i 200 e i 300 grammi.

 ” Il peso assoluto del bicchiere d’acqua è irrilevante “

 

 risponde il professore  

 

” Ciò che conta davvero, è per quanto tempo lo tenete sollevato! “

Felice di aver catturato l’attenzione dei suoi studenti,  il

professore continua:

 Sollevatelo per un minuto, e non avrete problemi !

Sollevatelo per un’ora, e vi ritroverete un braccio dolorante…
Sollevatelo per un’intera giornata, e vi ritroverete un braccio paralizzato ! 

Gli studenti continuano ad ascoltare attentamente il loro professore di psicologia:

In ognuno di questi tre casi il peso del bicchiere non è cambiato !

Eppure, più il tempo passa, più il bicchiere sembra diventare pesante…

Lo stress e le preoccupazioni, sono come questo bicchiere d’acqua.

Piccole o grandi che siano, ciò che conta è quanto tempo dedichiamo loro.

Se dedichiamo ad esse il tempo minimo indispensabile,

la nostra mente non ne risente.

Se iniziamo a pensarci più volte durante la giornata,

la nostra mente inizia ad essere stanca e nervosa.

Se pensiamo continuamente alle nostre preoccupazioni,

la nostra mente si paralizza !

Il professore capisce, di avere la completa attenzione dei suoi studenti, e decide di concludere il suo ragionamento:

Per ritrovare la serenità, dovete imparare a lasciare andare lo stress e le preoccupazioni.

Dovete imparare a dedicare loro

il minor tempo possibile,

focalizzando la vostra attenzione

 

su ciò che volete !

e non su ciò che non volete !


Dovete imparare a mettere giù il bicchiere d’acqua !

 

 
1 Commento

Pubblicato da su 10 giugno 2016 in Blog, GUIDA TE STESSO

 

Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Tu lo sai che cosa sei ?

Collage of different photos of children

 

 

 “Ogni momento che viviamo

è un momento nuovo e unico dell’universo,

un momento che non tornerà più..

E cosa insegniamo ai nostri figli?

Insegniamo loro che due più due fa quattro e

che Parigi è la capitale della Francia.

Quando insegneremo loro

anche che cosa sono?

Dovremmo dire loro:

“Tu lo sai che cosa sei ?

Sei una meraviglia.

Sei unico.

In tutti gli anni che sono passati

non c’è mai stato

un altro bambino come te.

Le tue gambe,

le tue braccia,

le tue dita abili,

il modo in cui ti muovi.

Potrai diventare

uno Shakespeare,

un Michelangelo,

un Beethoven…….

Hai le potenzialità per tutto !

Sì, sei una meraviglia.

E quando crescerai,

potrai allora far del male a un altro che è,

come te,

una meraviglia ?

Pablo Casals
 
Lascia un commento

Pubblicato da su 9 giugno 2016 in Blog, GUIDA TE STESSO

 

Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Ti hanno costretto ….. ma tu Puoi Scegliere …..

 

bello

 

ti hanno costretto a vivere in un mondo fatto di Veleni ma tu Puoi Scegliere la 

Salute

Cosa puoi fare?

Come puoi vivere senza stress questa scelta ?

Come scegliere prodotti e alimenti salubri per ti permettono di stare lontano dalle malattie per mantenere e migliorare ancor più la tua Salute ?

E’ necessario un tuo investimento !

Oggi più che mai è necessario un investimento sulla giusta ed adeguata informazione.

Oggi voglio condividere con voi i veleni con i quali veniamo a contatto ogni giorno.

Sapevi che nel 2012 i ministeri di Ambiente e Salute sono stati condannati dal Tar a risarcire duemila utenti che avevano denunciato la presenza di arsenico nell’acqua ?

L’arsenico  è tra gli  elementi tossico che ingeriamo ogni giorno ed per questo che è necessario, scegliere di vivere secondo natura ed i principi naturali, questo perché in un corpo armonico ed equilibrato è più facile espellerli.

Si è  stimato che nel corso della vita l’uomo è costretto a

 “Mangiare

la terza parte di un cucchiaino di mercurio, pensa che basta solo un grammo per dichiarare un lago non idoneo.

Un cucchiaino di Piombo

Un di arsenico

1.5 kg di alluminio e cosi via con altre fonti dannose.

Fino a poco tempo fa la  pericolosità di questi elementi per la nostra salute era poco nota, oggi invece le evidenze degli studi condotti hanno convinto l’ organizzazione mondiale della sanità a fissare dei parametri ben precisi rispetto ai metalli pesanti.

Aria al piombo,

mercurio nei pesci,

alluminio nei cosmetici,

arsenico nell acqua

Insomma …….siamo in contatto con sostanze tossiche visibili e invisibili

per via del nostro lavoro,

per prodotti per la pulizia della casa e della persona,

per il tipo di alimenti che mangiamo,

le tecnologie che utilizziamo e semplicemente l’aria che respiriamo.

 

Quindi pare proprio che il migliore antidoto è

in-formarsi

e adottare precise precauzioni e uno stile di vita salutare, diventando sempre più consapevoli.  

I metalli tossici più preoccupanti sono stati stimati  in trentacinque , vediamoli un po più da vicino :

Piombo è il quinto metallo più diffuso al mondo ed è il secondo posto delle sostanze pericolose secondo l’ ATSDR

(Agenzia per le sostanze tossiche e registro delle malattie ) 

Mercurio è tra i più tossici, si può trovare sia in forma organica che in organica la più tossica è quella organica.  

Molti disturbi psichici potrebbero essere evitati disintossicandosi dal mercurio.

Studi effettuati presso l’università Calgary hanno dimostrato che quando entra in contatto con un tessuto nervoso, può letteralmente scioglierne la guaina mielinica, distruggendo i nervi in pochi secondi.

 Oltre che nell’autismo il mercurio è coinvolto nell’ aggravare anche altre problematiche come :

Morbo di crohn,  

disturbi del sonno,

sindrome da colon irritabile,

arteriosclerosi,

malattie autoimmuni,

artrite reumatoide,

Morbo di alzheimer,

 disturbi di ansia,

attacchi di panico,

depressione,

anche la micosi da candida. 

Alluminio è il metallo più neurotossico ed è il più pericoloso perché si accumula facilmente nel nostro corpo.

Purtroppo ne si viene a contatto molto facilmente, vediamo come …..

l’alluminio viene utilizzato

nel processo di purificazione delle acque e tracce possono restare nel filtraggio,

aggiunto nel sale da cucina,

nei preparati contro l’acidità dello stomaco,

nei fogli per avvolgere gli alimenti,

nelle pentole e utensili da cucina,

nelle lattine,

cibi in scatola,

deodoranti,

alcuni formaggi fusi,

nella farina per sbiancarla,

spray nasali,

dentifrici,  

filtri per sigarette,

pesticidi additivi,

condimenti.  

( alluminio merita un articolo tutto suo , che, nei prossimi giorni condividerò con voi)

Arsenico è tra i più tossici, l’intossicazione può avvenire attraverso il cibo, l’aria, acqua. In Italia  la regione Lazio è la più colpita dalla presenza di arsenico nell’acqua potabile. I sintomi attribuiti all’arsenico ci sono :

Anemia,

infiammazione dei nervi,

tumore – specie polmoni e pelle-

compromissione funzionalità renale ed epatica

 

Cadmio i fumatori sono tra più a rischio, in quanto ad ogni sigaretta se ne assume 1.4 ug, in oltre è presente nell’acqua potabile,

farina di grano raffinate,

nelle ostriche,

carne di rene e fegato,

riso,

protesi dentarie,

ceramiche,

coloranti,

pesticidi.

Il cadmio sottrae sostanze antiossidanti all’organismo.  La presenza di cadmio nel  corpo per un periodo a lungo termine, può dar vita a

ipertensione,

enfisema,

tumore ai polmoni e prostata,

epatopatia,

coliche renali

ipercalciuria,

ictus e congestione cardiaca,

asma che appaiono improvvisamente in età adulta.

 

continua …..

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: